Franceschini, esempio per tutti

In tanti hanno reso omaggio a Giorgio Franceschini, morto tre giorni fa all'età di 90 anni, deputato della Dc nella II Legislatura per la circoscrizione Ferrara-Bologna-Forlì-Ravenna, oltre che padre dell'attuale capogruppo del Pd a Montecitorio Dario Franceschini. Ieri a Ferrara, numerosi esponenti politici, dal segretario del Pd Pier Luigi Bersani (che si è limitato ad un saluto alla famiglia in camera ardente), a Walter Veltroni, da Pierluigi Castagnetti alla parlamentare europea Debora Serracchiani, hanno partecipato ai funerali dell'uomo politico e rappresentante del mondo culturale ferrarese stringendosi attorno alla moglie Gardenia, alla figlia Flavia e a Dario. Una folla composta ha partecipato ai funerali, prima in camera ardente dove la salma è stata esposta poi alle esequie in Certosa. Tra i tanti il ricordo commosso dell'architetto Carlo Bassi, che ha definito l'amico scomparso «un punto di riferimento, l'ho sempre trovato davanti a me fin da quando nel 1945 è nato il giornale ‘Iuniorismo'». Bassi ha letto due poesie che gli erano state spedite dallo stesso Franceschini. L'omelia è stata pronunciata da don Enrico Peverada, direttore dell'archivio storico diocesano. ALLE PAGINE 12 E 13