Mister Vecchi soddisfatto della crescita

FERRARA. Dopo la vittoria nel match di Coppa di Lega Pro contro il Portogruaro, la Spal si ritrova oggi pomeriggio al Centro per una seduta di allenamento. Stefano Vecchi, in vista della sfida con la Reggiana in programma al "Giglio" domenica alle 14.30, dovrà quasi certamente fare a meno di Alex Teodorani, ancora alle prese con l'infiammazione al ginocchio, oltre allo squalificato Agnelli. Domani seduta pomeridiana, poi sabato mattina la rifinitura in sede da stabilire. (f.p.) FERRARA Stefano Vecchi ha motivi per sorridere: la Spal "2" passa il turno di Coppa di Lega Pro, mettendo in mostra diversi giocatori sinora poco utilizzati in campionato. «Non mi piace parlare di seconde linee - spiega il trainer spallino -, alcuni dei ragazzi scesi in campo finora hanno semplicemente avuto meno spazio. E' stata fatta una bella gara, attenta e di volontà, con gran impegno. Sono contento, sono arrivati segnali positivi da tanti ragazzi scesi in campo ed altri che avevano avuto occasione di mettersi in mostra si sono confermati. Abbiamo affrontato un Portogruaro ridisegnato, si tratta forse di una delle poche occasioni in cui incontriamo una squadra con una età media più giovane della nostra». Tra le indicazioni positive, la solidità della retroguardia e il lavoro sugli esterni: «E' vero, sono soddisfatto di come abbiamo lavorato nella fase difensiva ed in quella offensiva. E' il nostro gioco, pure in campionato abbiamo mostrato di saperlo interpretare bene. Ci sono state buone prestazioni a livello di singoli e con giocate di qualità: quando si gioca liberi mentalmente, senza pressioni, viene tutto più facile». A tal proposito, spiccano le prove di Marconi e Fortunato, da rivedere invece Piras: «Jacopo è un giocatore che può occupare tranquillamente tutti i ruoli del centrocampo, da interno come da esterno. Sono contento per lui, rientrava dopo mesi di inattività per problemi di natura fisica, sappiamo che può dare un contributo importante e sta crescendo, non a caso l'ho voluto portare in panchina anche con la Ternana. Michele (Marconi, ndr) ha dato segnali positivi, i due gol gli faranno bene e lo aiuteranno a continuare nell'ottimo lavoro che sta facendo. Per quanto riguarda Piras mi dispiace non averlo utilizzato dal 1', si allena sempre con impegno, ha giocato qualche gara con la Berretti e in Coppa è entrato in modo positivo. Anche lui, come altri, ha bisogno di migliorare molto». Attenzione rivolta al derby di domenica al "Giglio": «Gara con punti importanti in palio, loro come noi hanno bisogno di muovere la classifica e togliersi dalle zone basse. Spiace non ci siano i nostri tifosi, lo diciamo sempre, però ogni volta è motivo di rammarico: non sono la persona più indicata per parlare di queste cose, ma certe decisioni non fanno che allontanare il pubblico dagli stadi, quando invece si dovrebbe cercare di fare il contrario». Poi, in merito alle scelte di formazione anti Reggiana: «Mancano ancora alcuni giorni, vediamo. Bedin è candidato a sostituire lo squalificato Agnelli. L'esterno mancino? Canzian, Fortunato, Paolo Rossi e Taraschi hanno le stesse possibilità di aver quel posto». Federico Pansini