«Neanche un cane si ammazza cosi»



NOVARA.«Cosi non si ammazza neanche un cane». E' lo sfogo di Leonardo Melchionda, il padre di Simona, la ragazza ritrovata nel Ticino, dopo che il fidanzato ha confessato di averla uccisa. «E pensare che, essendo un carabiniere, pensavo si sarebbe dato da fare per trovare mia figlia», aggiunge l'uomo abbracciando la moglie Giovanna nel vano tentativo di consolarla. «Invece - sottolinea tra le lacrime - me l'aveva già ammazzata».
Il giorno dopo il ritrovamento del cadavere della venticinquenne, a quasi un mese di distanza dalla sua scomparsa, a Oleggio c'è posto soltanto per il dolore e la disperazione. «Me lo sentivo, sapevo che Simona non se ne sarebbe mai andata di casa senza dire nulla», dice mamma Giovanna tra i singhiozzi. E ancora: «Ho subito capito che era successo qualcosa di brutto».