«Un uomo geniale»

«Era un uomo geniale. Una personalità complessa». Parla adagio al telefono l'ex moglie di Franco Spisani, che vive a Ferrara. Di più preferisce non aggiungere, addolorata da quanto accaduto.
Spisani era nato a Ferrara il 21 maggio 1934 e si era laureato all'Università di Padova con tesi di filosofia concernente il pensiero critico e la logica dell'Attualismo italiano. Sul finire degli anni '50 del XX secolo e sino al 1964, ha collaborato alla cattedra di Filosofia Teoretica dell'Università di Urbino: nello stesso periodo ha pubblicato, oltre a vari saggi, Natura e Spirito nell'Idealismo Attuale (Fabbri, Milano, 1962) e Neutralizzazione dello Spazio per Sintesi Produttiva (Cappelli, Bologna, 1963). In seguito pubblica Logica ed Esperienza (Marzorati, Milano, 1967), Logica della Contestazione (Cappelli, Bologna, 1968), e The Meaning and Structure of Time (Bologna, 1972). Dal 1969 diventa presidente del Centro Superiore di Logica e Scienze Comparate di Bologna e fonda nello stesso anno la Rassegna Internazionale di Logica-International Logic Review, che sarà pubblicata per circa vent'anni, potendo vantare la collaborazione di autori di fama internazionale. Il 17 settembre 1971 è nominato professore onorario di Filosofia della Scienza alla National University di Toronto (Canada) e, nell'ottobre 1982, membro della New York Academy of Sciences.
Ricchissima la serie di pubblicazioni successive e i contatti con studiosi internazionali di logica.