Dissesto idrogeologico Dalla Regione 14 milioni

NAPOLI L’assessore alla Protezione civile e alla difesa del suolo della Regione Campania Edoardo Cosenza, commissario per il dissesto idrogeologico in provincia di Salerno, ha autorizzato interventi per ulteriori 14 milioni di euro. Con una apposita ordinanza, sono stati approvati il settimo piano di interventi urgenti per oltre 10 milioni e mezzo euro per la difesa del suolo di zone a rischio già interessate da importanti alluvioni, e lo stanziamento di altri 3 milioni e mezzo di euro per la pulizia della vasca Cicalesi nel comune di Nocera Inferiore. «Nel piano vengono individuati - ha spiegato l’assessore Edoardo Cosenza - dieci interventi fondamentali per la mitigazione del rischio idrogeologico ed idraulico. In particolare, grazie al cofinanziamento, con 5 milioni di euro, del dragaggio e della sistemazione idraulica del tratto del fiume Sarno nel comune di Scafati, sarà possibile far partire al più presto le gare per l’attuazione dei lavori che ridurranno il rischio di inondazioni, ad integrazione delle opere già appaltate dal commissario per il fiume Sarno per 39 milioni di euro. Nell’elenco, sono previsti anche interventi per la mitigazione del rischio idrogeologico di una scuola e di alcuni fabbricati nel comune di Cicerale, della frazione di Ostigliano nel comune di Perito, della frazione Gorga nel comune di Stio Cilento e dei valloni Santa Domenica, Ischitello e Scarpilla a monte del centro abitato di Sapri». «Grande importanza - ha aggiunto Cosenza - viene data alla messa in sicurezza della viabilità. Si interviene sia sulla A3 Salerno-Reggio Calabria, tra il km 57 e il km 59 nel comune di Sicignano degli Alburni, dove si erano verificati fenomeni di caduta massi che avevano interessato la sede stradale, con la realizzazione di una barriera paramassi, sia sulla strada provinciale 342 per la mitigazione del rischio crolli in corrispondenza del costone nel comune di Sacco; per tale intervento sono stanziati ben 4,1 milioni di euro, che consentiranno la riapertura della importante arteria stradale degli Alburni con la realizzazione di una galleria paramassi». «Previsti pure ulteriori interventi - continua - di somma urgenza per il ripristino degli argini destro e sinistro dell’alveo Comune Nocerino, nei territori di San Marzano e Nocera Inferiore e quelli per la rimozione dei detriti che si sono depositati nel letto del fiume Tanagro, a monte del ponte Romano nel centro abitato del comune di Polla». «Contestualmente, con la stessa ordinanza - conclude Cosenza - è stato rimodulato l’intervento per la pulizia della vasca Cicalesi nel comune di Nocera Inferiore, fondamentale per la mitigazione del rischio idraulico della zona, assegnando all’opera già prevista ulteriori risorse per circa 3,5 milioni di euro (l’importo totale è ora di 5 milioni 373mila). Il soggetto attuatore di tale intervento è l’Agenzia regionale per la difesa del suolo, Arcadis, che già si sta occupando della realizzazione del grande progetto per il fiume Sarno. L’intervento consentirà di aumentare in maniera molto significativa la sicurezza idraulica di tutti i comuni a valle di Nocera inferiore».