ARCHIVIO la Città di Salerno dal 2004

graduatorie permanenti

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA DIREZIONE GENERALE DELLA CAMPANIA Art. 1 Indizione dei Concorsi per l’anno scolastico 2006/2007 sono indetti i concorsi per titoli, di cui all’art.554 D.Lvo 16.4.1994, n.297, per l’aggiornamento e l’integrazione delle graduatorie permanenti delle provincie di NAPOLI - AVELLINO - BENEVENTO - CASERTA - SALERNO concernenti il profilo professionale dell’area B - ASSISTENTE TECNICO - del personale amministrativo, tecnico e ausiliario statale della scuola le cui procedure saranno curate dal Dirigente del C.S.A. competente per territorio, secondo le disposizioni del presente decreto. Il presente bando deve essere pubblicato contestualmente il 28/02/07, all’albo del Centro Servizi Amministrativi di ciascuna provincia e delle istituzioni scolastiche della Regione e restare affissi per tutto il tempo utile per la presentazione della domanda di ammissione: 30/03/07. Art.2 Requisiti per l’ammissione al concorso dei candidati non inseriti nella graduatoria permanente 2.1 Per essere ammessi al concorso, i candidati non inseriti nella graduatoria permanente per le assunzioni a tempo indeterminato devono essere in possesso dei seguenti requisiti: a) essere in servizio in qualitá di personale ATA a tempo determinato nella scuola statale nella medesima provincia e nel medesimo profilo professionale cui si concorre; b) il personale che, eventualmente, non sia in servizio all’atto della domanda nella medesima provincia e nel medesimo profilo professionale cui concorre, non perde la qualifica di "personale ATA a tempo determinato della scuola statale", come sopra precisato, se inserito negli elenchi provinciali per le supplenze della medesima provincia e del medesimo profilo cui concorre; c) il personale che non si trovi nelle condizioni di cui alla precedente lett. a) né nelle condizioni di cui alla precedente lett. b) conserva, ai fini del presente bando, la qualifica di "personale ATA a tempo determinato della scuola statale" se inserito nella terza fascia delle graduatorie di circolo o di istituto per il conferimento delle supplenze temporanee della medesima provincia e del medesimo profilo cui concorre; 2.2 Per essere ammessi al concorso i candidati devono, altresì, possedere: a) una anzianitá di almeno due anni di servizio (24 mesi, anche non continuativi; le frazioni di mese vengono tutte sommate e si computano in ragione di un mese ogni trenta giorni e l’eventuale residua frazione superiore a 15 giorni si considera come mese intero) prestato in posti corrispondenti al profilo professionale per il quale il concorso viene indetto e/o in posti corrispondenti a profili professionali dell’area del personale ATA statale della scuola immediatamente superiore a quella del profilo cui si concorre (1),(2). Il servizio prestato con rapporto di lavoro a tempo parziale si computa per intero (1) ; b) ai fini di cui alla precedente lettera a) si computa anche il servizio effettivo prestato nelle corrispondenti precorse qualifiche del personale non docente statale (D.P.R.420/74), nonché nei corrispondenti precorsi profili del personale A.T.A. statale (D.P.R.588/85) (1) ; c) ai fini di cui alle precedenti lettere a) e b) si computa unicamente il servizio effettivo prestato (di ruolo e non di ruolo) presso scuole statali, con rapporto d’impiego con lo Stato e/o il servizio scolastico (di ruolo e non di ruolo) prestato con rapporto di impiego direttamente con gli Enti Locali i quali erano tenuti per legge a fornire alle scuole statali personale A.T.A. La corrispondenza tra profili professionali degli Enti Locali e del personale A.T.A. della scuola è individuata, in termini sostanziali, in relazione ai profili formalmente attribuiti agli interessati e dagli stessi svolti, semprechè detti profili siano presenti nelle istituzioni scolastiche statali cui gli Enti Locali erano tenuti a fornire personale ( D.M. 23.7.1999, n. 184 - art.6 - comma 1), in base alla tabella di corrispondenza, applicativa del criterio suindicato e definita nell’accordo ARAN/OO.SS del 20.7.2000 (All. H) ; d) ai fini del presente articolo il servizio prestato nelle scuole italiane all’estero, certificato dalla competente autoritá del Ministero degli Affari Esteri, è equiparato al corrispondente servizio prestato in Italia ; e) ai fini del presente articolo il servizio prestato in qualitá di "collaboratore scolastico" e "assistente amministrativo" nelle Accademie, Conservatori di Musica e negli Istituti Superiori delle Industrie Artistiche dello Stato viene considerato valido ai fini dell’ammissione ai concorsi per soli titoli di cui all’art. 554 del D.Lvo 297/94 fino all’anno accademico 2002/03. A decorrere dall’anno accademico 2003/04 il servizio di cui trattasi, poiché prestato in profili professionali di un diverso comparto rispetto a quello della scuola, è assimilato a " servizio prestato in altre Amministrazioni". 2.3 Per essere ammessi ai concorsi i candidati devono, altresì, possedere uno dei seguenti titoli di studio richiesti per l’accesso al profilo cui concorrono secondo l’elenco appresso riportato di cui alla tabella B annessa al citato C.C.N.L. 2002/2005: b) Assistente tecnico: 1 - diploma di qualifica di istituto professionale a indirizzo specifico; 2 - diploma di maestro d’arte a indirizzo specifico; 3 - diploma di scuola media integrato da attestato di qualifica specifica, rilasciato, al termine di corsi regionali ai sensi dell’art.14 della L.n.845/78; 4 - qualsiasi diploma di maturitá, corrispondente alle specifiche aree professionali, che consenta l’accesso agli studi universitari. La specificitá di cui ai punti 1, 2 e 4 è quella definita dalla tabella di corrispondenza titoli - laboratori vigente alla data del decreto di indizione del concorso. Corrispondentemente è definita la specificitá degli attestati di qualifica di cui al precedente punto 3. Art. 3 Aggiornamento del punteggio dei candidati inseriti nella graduatoria permanente 3.1 I candidati inseriti nella graduatoria permanente costituita in ogni provincia, possono: a) chiedere l’aggiornamento del punteggio con cui sono inseriti in graduatoria; b) chiedere l’aggiornamento di titoli di preferenza e/o di riserva; c) chiedere l’aggiornamento in aggiunta o in alternativa alla richiesta di cui alle precedenti lettere a) e b) sulla base di nuovi titoli di accesso ai laboratori; d) non produrre alcuna domanda. 3.2 Per il personale che presenta la domanda di cui al precedente comma 1, lettera a), b) e c), al punteggio giá posseduto si aggiunge quello relativo ai titoli, conseguiti successivamente alla scadenza del termine utile per la presentazione dei titoli relativi al concorso in base al quale hanno conseguito l’attuale punteggio. Possono essere, altresì, valutati i titoli giá posseduti ma non presentati in precedenti tornate concorsuali. Il punteggio è attribuito sulla base della allegata tabella A/2. L’aggiornamento è effettuato sulla base di titoli di accesso ai laboratori (All. C-Tabella di corrispondenza titoli-laboratori) e dei titoli di preferenza e di riserva. (...)