ARCHIVIO la Città di Salerno dal 2004

il congresso

• Sará Rocco Falivena (foto), sindaco di Laviano, il nuovo segretario provinciale di Rifondazione comunista. Il congresso provinciale del partito si è chiuso nella tarda serata di ieri al Polo Nautico, dopo un’assise di tre giorni iniziata venerdì pomeriggio. Trovato l’accordo su Falivena, l’ipotesi più probabile, alle 21,30 di ieri, era che si andasse verso una segreteria a sei: Falivena più altre cinque persone, ognuna delegata a un incarico specifico. Nell’organismo saranno rappresentati alla pari uomini e donne: oltre al segretario, dovrebbero esserci il salernitano Giuseppe Vernieri, Giuseppe Sessa di Fisciano, Grazia Montoro di Nocera, Mariella Palmieri di Baronissi e Titti Santulli, esponente della Cgil-Funzione pubblica. Prima del placet definitivo, si attendeva il varo del comitato politico, per il quale la maggioranza del partito, (a cui spettano 45 posti su 71) non era ancora riuscita a trovare l’accordo sui nomi dei componenti.
A vincere il congresso, con una maggioranza ampia è stata la mozione che fa capo al segretario nazionale Fausto Bertinotti, e che nella compagine salernitana del partito è rappresentata tra gli altri dal commissario dimissionario Giulio Riccio, dall’assessore comunale Franco Mari e dal sindaco di Eboli, Gerardo Rosania. La mozione è passata con oltre il sessanta per cento dei voti, senza spaccature interne come pure si era paventato nei giorni scorsi. Le altre mozioni rappresentate sono la Grassi (12%), a cui aderisce il consigliere comunale Sandro Longo; la Ferrando (13%), con Valerio Torre, referente per il Progetto comunista associazione marxista; la Malabarba (12%) a cui si rifá tra gli altri Mimmo Palo, segretario del circolo di Battipaglia; la Bellotti, che nel Salernitano ha riscosso solamente lo 0,2%.
Il congresso provinciale di ieri ha chiuso la fase commissariale del partito, che era stata affidata a Giulio Riccio. Adesso, dopo la nomina del nuovo segretario e dell’esecutivo si passa alla stesura ufficiale della lista per le elezioni regionali. Mercoledì si riunirá il comitato regionale per l’approvazione, ma sono giá certi i nomi di Franco Mari, Gerardo Rosania, Pasquale Lupi di Cava de’ Tirreni e Vladimiro Botta di Siano. (c.d.m.)