Women's March 2018, Asia Argento: "Berlusconi ha rovinato questo Paese, con lui la donna è diventata oggetto"

video Ad un anno dalla nascita del movimento Women's March negli Stati Uniti, si è svolta a Roma in Piazza Santi Apostoli una manifestazione finalizzata a riaffermare i diritti delle donne nel mondo del lavoro e nella società civile. Presente anche l'attrice e regista Asia Argento che ha ribadito ancora una volta come in Italia sia ancora difficile denunciare abusi o molestie da parte degli uomini. "Qui in Italia non c'è stata solidarietà femminile da parte delle mie colleghe nel mondo del cinema. Nessuna attrice ha alzato il pugno per dire 'sono dalla parte di Asia' - ha affermato - Mi chiedo come possano cambiare le cose in questo Paese se non c'è solidarietà femminile". Tra i principali motivi che, secondo l'attrice, hanno contribuito a deviare l'immagine della donna, ci sono i vent'anni (Argento dice erroneamente trent'anni, ndr) di politica di Silvio Berlusconi: "Con lui la donna è stata resa oggetto, è diventata solo un corpo e quindi non viene creduta. Noi siamo in pericolo ma possiamo ancora cambiare le cose" di Martina Martelloni