Pisa, il mondo accademico riconosce gli errori a 80 anni dalla firma delle leggi razziali

video Al palazzo della Sapienza, una delle sedi dell'Università di Pisa, oggi si è svolta la "cerimonia del ricordo e delle scuse" alla comunità ebraica a 80 anni dalla firma delle legge razziali. A fare pubblicamente le scuse, a nome del mondo accademico italiano, il rettore dell'ateneo pisano Paolo Mancarella. Nel suo discorso il rettore ha ripercorso le tappe, dolorose, di una storia che ancora oggi fa sentire il suo peso: "A due passi da noi ottant'anni fa Vittorio Emanuele III firmò il primo provvedimento antisemita, voluto dal regime fascista. Quel decreto fu applicato senza eccezioni, tutti i rettori ubbidirono", ha detto Mancarella. "Noi siamo quelli venuti dopo coloro che accecati fecero del male alle vostre madri ai vostri padri ed è per questo che sentivamo di dovervi questo riconoscimento", ha concluso. video di CHIARA TARFANO

Milleproroghe, Maiorino (M5s): "Renzi in piazza rischia la pelle". Insorge il Pd, caos al Senato

video "Renzi si palesa in aula per deliziarci con i suoi comizi, non potendoli più tenere in piazza senza rischiare la pelle". Con queste parole Alessandra Maiorino, senatrice M5s impegnata in Aula nelle dichiarazioni di voto sul decreto Milleproroghe, ha scatenato una reazione furibonda da parte dei dem che l'accusavano di aver voluto minacciare l'ex presidente del Consiglio. Neanche l'intervento della presidente Elisabetta Alberti Casellati è riuscito a placare gli animi. "Così si incita al linciaggio, ci rendiamo conto della gravità? - ha attaccato il capogruppo dem Andrea Marcucci -. Questa è violenza grave e verbale, chiedo che vengano presi dei provvedimenti". di Francesco Giovannetti