Zanardi presenta Obiettivo 3: «Ho da restituire al mondo»

Alessandro Tabarranimassa. Decolla "Obiettivo3", il progetto ideato da Alex Zanardi per l'avviamento allo sport delle persone disabili. Un progetto di grande valore presentato ieri nell'auditorium dell'Istituto Comprensivo "Don Milani" di Marina di Massa dallo stesso Zanardi, da sempre impegnato in iniziative per favorire l'approccio allo sport delle persone diversamente abili e che ha scelto la località marinella per far conoscere urbi et orbi la sua iniziativa, approfittando della "Due giorni del mare". È dalla voglia di condividere, di rinascere, di poter far provare anche ad altri le sue stesse emozioni che è nato in Alex il desiderio di regalare un'opportunità e di voler sostenere coloro che vorrebbero avvicinarsi allo sport ma non possono. «Sono una persona che ha degli strumenti in più rispetto a tanti altri - ha detto Zanardi - una visibilità che mi accompagna e che mi dona il potere di fare cose che per altri sarebbero molto più complicate. Per questa ragione ho cercato di restituire qualcosa ad un mondo che mi ha già dato tantissimo, quello paralimpico, in particolare il paraciclismo, e così mi è venuta questa idea. Ho trovato tanti alleati, la squadra di Obiettivo3 che è quella che lavora davvero e soprattutto i ragazzi che proviamo a sostenere».Il progetto, punta a far apprendere e diffondere la pratica sportiva tra i disabili che ancora oggi sono una categoria fortemente penalizzata dagli alti costi e soprattutto dalla difficoltà nel comprendere come iniziare. «Spesso è molto complesso per persone con disabilità praticare o avvicinarsi allo sport - ha spiegato Zanardi -. Ci sono delle spese che tante volte sono pesanti, così abbiamo acquistato attrezzature sportive che diamo in comodato d'uso consentendo a tante persone di fare una prima esperienza. Il progetto si chiama Obiettivo3 perché speriamo di trovare nel gruppo almeno tre ragazzi che arrivino alle paralimpiadi di Tokio 2020. Per noi è un vanto essere qua a Marina di Massa, la due giorni del mare è una ormai diventata una gara classica, una delle prime della stagione e, per noi del progetto, il primo impegno stagionale. Saranno quasi quaranta i nostri atleti in gara». Oltre a Zanardi, sul palco di via Pisa hanno sfilato tecnici, atleti e partner del progetto nonché il sindaco, Francesco Persiani che ha ribadito l'importanza di questa iniziativa e della "Due giorni del mare" per dare visibilità alla costa di Marina di Massa. «Questa manifestazione ci inorgoglisce perché ogni anno porta dei grandi atleti da tutto il mondo - ha detto Persiani -, un momento di festa e aggregazione per tutta la nostra città. Sarà un week - end bellissimo e ringrazio i partecipanti e gli organizzatori per questo che hanno reso possibile tutto questo anche quest'anno». Tra video emozionali, un tuffo nel mondo dello sport paralimpico e qualche sorpresa, l'iniziativa si è conclusa con le domande allo stesso Zanardi degli studenti della "Don Milani". --