Fotografia stenopeica da ammirare e provare con l’Acsaf

GROSSETO Oggi al Punto Enel di Grosseto, in via Bonghi 13/b alle 15.30 si inaugura "Uomini di Maremma", una rassegna di foto della Maremma che fu, estrapolate dall'archivio di Adolfo Denci. Alla presentazione partecipano Carlo Pastorelli, responsabile Punti Enel della Toscana, Andrea Vigiani, responsabile Punto Enel Grosseto, Arsenio Carosi, assessore del Comune di Grosseto. Gli scatti, fatti nel periodo che va dal 1905 al 1944, anno in cui Adolfo Denci morì sotto il bombardamento di Pitigliano, rappresentano la vita quotidiana dell'epoca, con particolare interesse per i mestieri della Maremma, le storie di vita e di lavoro, di uomini e donne, di paesaggi e di territorio. «Il nostro Punto Enel – dice Carlo Pastorelli, responsabile Punti Enel della Toscana – è un riferimento per tutti i cittadini su elettricità, gas ed efficienza energetica, ma intende anche aprirsi alla città con iniziative che valorizzino la storia, il presente e il futuro del territorio e delle comunità locali. La mostra delle foto di Adolfo Denci va in questa direzione, ci auguriamo che sia visitata e apprezzata dai nostri clienti e da tutte le persone che vorranno visitarla». Per ulteriori informazioni, www.fotodenci.it. La mostra resta aperta fino al 12 maggio e sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 15. L'ingresso è libero e gratuito.MASSA MARITTIMA Dal 22 al 30 aprile la poesia dello scatto dai campi profondi e i contorni sfumati di inizi Novecento investe Massa Marittima con l'iniziativa "Slow photo", realizzata dall'Acsaf (Archivio contemporaneo stampa d'arte fotografica) in collaborazione con il Gruppo fotografico Massa Marittima ed il contributo dell'amministrazione comunale. Si tratta di giornate dedicate alla fotografia stenopeica, una tecnica che ha avuto origine a inizio secolo ed è divenuta poi una vera e propria variante dell'arte delle immagini. La sperimentazione si è estesa alle carte su cui vengono stampate le foto, le più note sono quelle della Cartiera Magnani di Pietrabuona e agli inchiostri utilizzati sia per il bianco e nero che per i colori. Punto di riferimento internazionale di questa passione è divenuta l'Acsaf, grazie a cui tra poche settimane, arriveranno a Massa Marittima, per la prima volta in Italia, gli organizzatori del prestigioso festival polacco Offo, interamente dedicato alla fotografia stenopeica, che ogni hanno attrae con le sue mostre, artisti da tutto il mondo. Dal 22 al 30 le stampe d'arte saranno così esposte nelle sale del Portale degli Etruschi, presso il complesso delle Clarisse in piazza XXIV maggio con orario di apertura 10-19 dal 22 al 25 aprile e 16 -19 dal 26 al 30. L'ingresso è libero e le mostre saranno inaugurate pubblicamente il 23 aprile alle 17, anticipando di un giorno la Giornata mondiale della fotografia stenopeica, il 24 aprile. Saranno presenti con le loro opere Barbara e Witold Englender e il maestro Dominique Stroobant. Durante le giornate del festival stenopeico sarà inoltre possibile per i visitatori e gli interessati provare le attrezzature analogiche disponibili, con pellicola bianco e nero e colori, per sperimentare l'arte stenopeica.