IL PRECEDENTE

FOLLONICA L'edizione 2014 del Carnevale di Follonica segnò un record di incassi. Più di ventiduemila biglietti staccati durante le tre sfilate, senza contare il fatto che i bambini non pagano il ticket di ingresso di tre euro. Un'affluenza così imponente, al di là delle abitudini, fu dovuta anche e sopratutto alla bellezza dei carri in gara: l'impegno degli otto rioni regalò un grande spettacolo richiamando persone anche da fuori Follonica. Vere e proprie opere d'arte quelle che sfilarono per le vie del centro scelte come circuito della kermesse. Alla fine della manifestazione però come vuole la tradizione c'è un unico vincitore. La medaglia d'oro era andata infatti alla 167 Ovest Campi alti al mare con la sua Dea della Giustizia. Una costruzione imponente che lasciò tutti a bocca aperta per la sua bellezza e i suoi colori: i carristi del presidente Genesio Sassara avevano realizzato un enorme mascherone raffigurante una divinità traballante, proprio come la giustizia italiana, che a giudizio del gruppo rionale faceva e forse fa acqua da tutte le parti. La coppa per la migliore mascherata a terra andò a due rioni, Senzuno e Cassarello, giudicati a pari merito dai votanti chiamati a valutare i carri in gara dal comitato organizzatore durante la terza sfilata, come da regolamento. E il Cassarello del presidente Mario Buoncristiani ricevette pure un altro ambitissimo premio perché ad essere scelta come miss Carnevale 2014 fu proprio la sua reginetta. La bionda Sara Frati venne incoronata la più bella dell'anno passato alla fine della seconda sfilata, in occasione del veglione organizzato per l'assegnazione dell'ambita fascia. (p.v.)