Lucchese, Raicevic arriva e si accorda

A Coreglia intanto è arrivato anche il centrocampista di fantasia Nicola Benedetti, 21 anni, che sarà osservato prima di prendere una decisione. Originario di Viareggio Benedetti si è svincolata dal Prato (8 presenze ed un gol) e da gennaio è andato al Jolly & Montemurlo dopo aver trascorso due stagioni stagioni nel Lanciotto Campi. Sul fronte degli addii - al di là dei giovani Morbini e Ricci finiti al Cuoiopelli in Promozione - c'è da registrare qualche movimenti di ex rossoneri. Matteo Foresta, classe 1995, è finito in D alla Fortis Juventus; Lorenzo Biagini, classe 1989, è andato in D alla Civitanovese del ds lucchese Giorgio Bresciani mentre l'attaccante Lorenzo Papini, classe 1995, è andato a rafforzare lo Scandicci in serie D. Gialdini piace molto al Montecatini Pescia (Eccellenza) mentre Ghelardoni è richiesto in serie D. Nazzareno Tarantino la scorsa settimana ha incontrato il patron del Rapallobogliasco dove gioca Taddeucci. Ma le parti non hanno raggiun to un'intesa. di Nicola Nucci w LUCCA Tutto in 48 ore. Tra oggi e domani, ma più probabilità nella giornata di giovedì, il presidente Andrea Bacci firmerà i contratti di dieci calciatori consentendo alla Lucchese di prendere forma visto che, ad oggi, la rosa è ridotta ad otto elementi con l'arrivo ieri in ritiro dell'attaccante montenegrino Pilip Raicevic. La situazione di preoccupante stallo sembra sul punto di sbloccarsi dopo che ieri mattina i componenti del Cda, Campani e Gonzadi, hanno incontrato in quel di Firenze il presidente rossonero per invitarlo a stringere i tempi e apporre la firma sui contratti. Nel lungo colloquio i soci lucchesi hanno ribadito la volontà d'interrompere il rapporto con il direttore generale Giorgio Rosadini (attualmente in ferie, almeno secondo quando sostiene Bacci) già emersa nell'assemblea dei soci della scorsa settimana. Il presidente non è sembrato troppo convinto, ma ha preso tempo. L'impressione è che alla fine dovrà accettare le condizioni dei soci lucchesi. Se così fosse il ruolo resterebbe in carica come ds Bruno Russo coadiuvato dal segretario Alessandro Badii (in possesso da un decennio el patentino di direttore sportivo). Capitolo calciatori. Agli otto elementi già sotto contratto della stagione passata (Espeche, Calistri, Nolé, Chianese, Casapieri, Pecchioli, Calcagni a cui va aggiunto Raicevic che ieri pomeriggio si è aggregato) saranno tesserati nove under ed un over. I giovani che rientrano nei piani sono il difensore Dimitros Vosnakidis (94), il centrocampista Salvatore Santeramo (94) e la mezzapunta Federico Pizutelli (95) tutti in prestito dal Bari; il difensore Giacomo Risaliti (94) in prestito dall'Empoli; il terzino Simone Dejori (95) e il centrocampista Giovanni Fenati (95) in prestito dalla Sampdoria, la punta Tommaso Biasci (94) che arriva a titolo gratuito dal Livorno, il difensore Paolo Ropolo (93) ex Gavorrano e il centrocampista esterno Claudio Santini (92), ex Borgo a Buggiano e Gavorrano, un pupillo di Pagliuca. L'innesto di esperienza a metà campo è il mediano Matteo Caciagli, 28 anni, veterano della Lega Pro (ex Bassano, Porto Tolle, Borgo a Buggiano e Gavorrano). Con l'addio di Citti il diesse Bruno Russo è alla ricerca di un altro portiere (Borra, in ritiro con l'Entella, resta un obiettivo). Tramonta definitivamente la trattativa per il difensore Stefano Frabotta dopo che il suo procuratore Palermo non ha trovato l'accordo con il Frosinone. Peccato perché sarebbe stato un ottimo prospetto. Per l'attacco in pole position resta Luca Strizzolo, 22 anni, in ritiro a Fiumalbo col Pisa. Potrebbe arrivare dopo Ferragosto. Con la rosa portata a 18 elementi nei piani di Russo ci sono almeno tre ritocchi, soprattutto due attaccanti navigati per la categoria. Intanto Pagliuca deve fare i conti anche col virus intenzionale che aveva colpito 14 calciatori e ieri ha messo ko Biasci e Caciagli e la forte pioggia che allentato il campo di allenamento. Le amichevoli. Oggi alle 18 a Coreglia in un campo assai pesante seconda uscita stagionale della formazione di Pagliuca (alcuni esperti resteranno a riposo) che se la vedrà con una rappresentativa di dilettanti e amatori di Coreglia. Il 2 agosto invece è stata fissata una nuova amichevole. Non più con la Colligiana al Porta Elisa (come anticipato da Il Tirreno), ma allo stadio delle Terme di Bagni di Lucca con la formazione del presidente Mario Santoro che milita nel campionato di Promozione. Micheloni e i tifosi. Lucca United e in generale i tifosi lo avevano indicato come degno delegato della società ai rapporti con i supporters rossoneri. E, alla fine, il consiglio d'amministrazione ha incaricato proprio Moreno Micheloni, socio della prima ora, a tenere i rapporti tra la società e la tifoseria. Un riconoscimento importante per una persona leale e sincera.