È derby Rosberg-Vettel Hamilton fa un arrosto

BUDAPEST Rosberg è un fulmine anche in Ungheria, dove conquista la sesta pole e si prepara a dare la stoccata vincente prima della sosta, dato che il suo unico avversario Hamilton è inseguito dalla malasorte. L'inglese per la seconda volta di fila dovrà partire a handicap (stavolta addirittura dai box) per un principio d'incendio al motore, ma sul tortuoso Hungaroring sarà dura per lui bissare quel recupero straordinario fino al terzo posto di una settimana fa ad Hockenheim. Senza una delle due solite Mercedes in vetta, si sono fatte avanti minacciose le Red Bull, con un redivivo e veloce Sebastian Vettel in prima fila e con Daniel Ricciardo che partirà quarto, a fianco del pimpante Valtteri Bottas con la Williams e subito davanti a Fernando Alonso, sempre bravo a sfruttare al limite la sua F14 ma che ovviamente più della terza fila non può fare, ed è già tanto. La cosa certa è che oggi a Budapest vedremo un GP vero e probante, o quanto meno una partenza che si annuncia da scintille: su questa pista prendere una buona posizione farà la differenza fra salire sul podio o meno. «Il passo gara non è male - ha detto Alonso - essere quinti vuol dire partire dal lato pulito che è importante, una buona partenza ci consentirebbe di essere quarti o terzi alla prima curva e questo cambierebbe la gara». Ancora una volta, ma in questo caso incolpevole, Raikkonen partirà dalla retrovie: l'ex campione del mondo, ai box sul finire della Q1, è stato convinto dal suo team a non muoversi più per risparmiare le gomme, facendosi così soffiare l'accesso alla Q2 da Bianchi. Nelle qualifiche i fuochi d'artificio sono cominciati dopo un quarto d'ora, quando il motore della Mercedes di Hamilton ha preso fuoco: prove finite e grande scorno per l'inglese: «Forse farò un bel viaggetto a Lourdes durante la sosta», ha ironizzato amaro. Anche perché Rosberg ha subito sentito odore di sangue e ha dato a tutti un distacco di quasi mezzo secondo; oggi però Nico dovrà guardarsi da un Vettel che pare tornato vicino alla sua forma migliore. LA GRIGLIA DI PARTENZA Prima fila: 1) Nico Rosberg (Germ, Mercedes) 1'22"815; 2) Sebastian Vettel (Germ, Red Bull) 1'23"201; Seconda fila: 3) Valtteri Bottas (Finl, Williams) 1'23"354; 4) Daniel Ricciardo (Ausl, Red Bull) 1'23"391; Terza fila: 5) Fernando Alonso (Esp, Ferrari) 1'23"909; 6) Felipe Massa (Bras, Williams) 1'24"224; Quarta fila: 7) Jenson Button (Gbr, McLaren) 1'24"291; 8) Jean-Eric Vergne (Fra, Toro Rosso) 1'24"720; Quinta fila: 9) Nico Hulkenberg (Germ, Force India) 1'24"775; 10) Danil Kvyat (Rus, Toro Rosso) 1'24"786. (Lewis Hamilton e Kevin Magnussen partiranno dalla pit-lane).