Il sindaco è Andrea Benini Ma vince il non voto

FOLLONICA Follonica ha il suo sindaco, Andrea Benini ha vinto il ballottaggio con uno scarto di circa il 20 punti percentuali. Già mezz'ora dopo la chiusura dei seggi il clima alla sede del comitato del centrosinistra era caldo, i festeggiamenti dietro l'angolo. La vittoria era a un passo: dopo 12 seggi scrutinati 600 voti di vantaggio. A mezzanotte l'ufficialità, sorpasso impossibile anche con clamorosi risultati dall'ultimo seggio ancora "aperto". E allora spumante per tutti, a "bagnare" la fine di una lunga maratona, sei mesi di campagna elettorale e un primo turno andato male per pochi voti. Andrea Benini, 37 anni, vice sindaco uscente aveva l'appoggio del Pd, della civica Gente di Follonica, di Sel e di Socialismo Democrazia Ambiente, mentre Daniele Baldi, 54 anni, dirigente Asl, era sostenuto da Forza Italia e da una civica che porta il suo nome. Al primo turno Benini aveva ottenuto il 48,48% delle preferenze, Baldi il 28,01%: per meno di duecento voti il centrosinistra non ce l'ha fatta, due settimane ancora di campagna elettorale fino a ieri. «I cittadini hanno premiato il lavoro fatto in questi mesi – commenta Benini _ è stato un periodo di ascolto, di confronto, di presenza in città. Proprio quello che continueremo a fare nei prossimi cinque anni di governo. Vogliamo essere presenti e lo saremo. Un grazie va a chi mi ha accompagnato in tutto questo percorso: una grande squadra». «Non c'è stata la vittoria, ma questo non vuol dire che abbasseremo la guardia _ dice Baldi _ perché moltissimi follonichesi con il loro voto hanno scelto il cambiamento: ricoprirò il ruolo di capogruppo dell'opposizione in consiglio comunale: controlleremo l'operato della nuova amministrazione comunale, fin da subito, ci aspettiamo che Benini si affianchi di assessori a tempo pieno, sempre a disposizione della città e competenti, come in questi mesi ha sbandierato di voler fare. Vedremo se manterrà l'impegno preso con i follonichesi». Ma il dato veramente choc di questa tornata elettorale è l'affluenza alle urne: bassissima, per la prima volta sotto il 50 per cento, 46,26%. Il "calo fisiologico" del ballottaggio era stato messo in conto, ma i numeri sono così bassi da mettere i brividi. Perché di fatto, oggi a Follonica il primo partito è quello del non voto. E proprio questo sarà il primo elemento sul quale il nuovo sindaco Andrea Benini dovrà riflettere. E forse il suo primo compito: "riaffezionare" i cittadini alla politica. Paola Villani Michele Nannini