Partenze e conferme, il ds è al lavoro

di Paolo Franzò wGROSSETO Squadra in campo anche questa mattina, per una sorta di rifinitura, per una gara che non giocherà. Programma normale insomma in casa Grosseto, ma a giocare domani a Frosinone ci andrà la Salernitana. Grifone che sarà in città anche la settimana ventura, con le bocce che resteranno ancora ferme per un po' di tempo, in attesa appunto della conclusione dei campionati, della cui fase finale i biancorossi non faranno purtroppo parte se non da spettatori. Prima di allora, sarà il solito valzer di voci, su questo o quel giocatore, direttore sportivo compreso. Fin quando la proprietà, non deciderà di farsi sentire. Ma qual è la posizione contrattuale dei giocatori che continuano ad allenarsi in città? Con il contratto in scadenza il prossimo 30 giugno, troviamo: Lanni, Maurantonio, Obodo, Mancini ed Esposito. Per questi, possibilità di rinnovo prossime allo zero. Poi, c'è tutto l'esercito dei prestiti: Terigi (dal Crotone), Legittimo (Parma), Burzigotti (Reggina), Brenci (Siena), Bombagi (Reggina), Gioè (Livorno) e Ricci (Roma). Su quest'ultimo, c'è il diritto di riscatto per il Grosseto e di contro riscatto per la Roma che ovviamente lo eserciterà, portando qualche soldino nelle casse unioniste. Burzigotti risolverà con la Reggina e potrebbe rimanere. Ci sono anche giocatori con un altro anno di contratto: Formiconi, Biraschi, Colombi, Onescu e Giovio. Qualcuno di loro ha mercato, altri meno. Formiconi e Onescu sembrano quelli più indiziati a proseguire il percorso in biancorosso, ma è chiaro che siamo ancora nel campo delle supposizioni. Poi c'è Gotti, per il quale c'è l'opzione per il rinnovo di un anno; il giocatore ci spera, anche perché in questa stagione lo si è visto davvero poco, vedremo quale sarà il pensiero della società. Infine c'è il gruppetto dei calciatori prelevati a gennaio: Ferretti ad esempio, si era svincolato prima di firmare con il Grosseto. Tecnicamente ci sarebbero le possibilità per un rinnovo con l'attaccante. Pagano, ripescato addirittura dai dilettanti, di fronte a una proposta di rinnovo non si tirerebbe indietro. Anche per Perini, preso dal Bellaria a titolo definitivo, è tutto da definire. Di Marotta invece abbiamo già detto ieri; se il Grosseto lo vuol trattenere, può farlo. Tutto è nelle mani della proprietà biancorossa e nei rapporti con il Bari. Infine Asante che rientrerà dal prestito al Cosenza, dove ha fatto bene: ha un altro anno di contratto con il Grifone. Di lavoro da fare insomma ce n'è e almeno sino al 30 giugno toccherà al diesse Giuseppe Magalini. In attesa è chiaro, di indicazioni dalla proprietà. ©RIPRODUZIONE RISERVATA