La Valdinievole presenta il conto a Rossi

MONTECATINI Il primo nodo da affrontare sarà quello della sanità, poi si passerà ai problemi del termalismo, infine il confronto con gli imprenditori. Insomma, la terza tappa del tour toscano del presidente Enrico Rossi, oggi in Valdinievole, non si annuncia come una visita "rose e fiori", ma piuttosto come una raccolta di lagnanze. Quelle dei cittadini innanzitutto, cui – se ci sarà occasione di un confronto diretto – non mancano i motivi di preoccupazione. Tra questi spicca un'economia sempre più statica, frutto della crisi generale e, in alcuni settori specifici (turismo, florovivaismo), anche di scelte – prese e da prendere – che in qualche modo nell'opinione pubblica vengono ricondotte anche alla Regione. C'è poi il tema della sanità che, nonostante tutte le rassicurazioni arrivate da Firenze e da Pistoia, continua a sollevare allarme in Valdinievole dove la ristrutturazione viene solitamente letta come una sottrazione di servizi, a vantaggio del territorio pistoiese. E poi gli imprenditori, costretti a fare i conti, oltre che con la crisi e con una fiscalità sempre più pesante, anche su carenze infrastrutturali consolidate, con soluzioni promesse da decenni ma ancora lì in un cassetto. Per citare un esempio classico il raddoppio della ferrovia, progetto che ricompare a ogni scadenza elettorale e che poi non si traduce in realtà (anzi, se non fosse stato per una mobilitazione generale, sulla nostra vetusta linea ferroviaria si sarebbe intervenuti sì, ma con le forbici). Nel mezzo anche i sindaci, chiamati a farsi interpreti di uno stato d'animo (quello dei cittadini e, spesso, anche proprio) che non è esattamente positivo in quest'angolo di Toscana, dove è particolarmente forte la sensazione di Don Abbondio,quella di un vaso di terracotta in mezzo a molti vasi di ferro. Chissà se Rossi avrà il tempo per recepire questo stato d'animo, perché è vero che sarà in Valdinievole per l'intera giornata, ma è anche vero che sarà una vista talmente ricca di tappe da risultare quasi dispersiva. Queste comunque le tappe di Rossi in Valdinievole: alle 9 visita alla Texus diChiesina. Alle 10 incontro con gli operatori all'ospedale di Pescia (con conferenza stampa alle 11,15), alle 12 visita al cantiere delle Leopoldine. Alle 12,30 incontro istituzionale con gli amministratori locali al municipio di Montecatini. Alle 14 sopralluogo alla Dogana del Capannone di Ponte e al sito dove sorgerà il nuovo depuratore. Alle 15 visita al calzaturificio Balducci a Pieve. Alle 16, a Grotta Giusti di Monsummano, incontro con gli imprenditori locali e, alle 18,30, alla Sala Il progresso di Larciano, incontro col mondo del volontariato.