Scelti i vincitori dei premi La Pira di prosa e poesia

PISTOIA Scelti i vincitori della trentunesima edizione del premio internazionale di narrativa e poesia "Giorgio La Pira", l'iniziativa che Il Centro studi Donati promuove nell'ambito della Giornata internazionale della pace, della cultura e della solidarietà. Domenica 17 novembre verranno premiati per la sezione narrativa, Carmelita Randazzo, prima classificata, con il racconto "Il treno della memoria" ; Paolo Borsoni, con il racconto "In direzione contraria" al secondo posto. A completare il podio, Mara Depini con "L'attesa". Per la sezione poesia saranno premiati Filippo Inferrera con il componimento "La collina degli aranci" che riceverà il primo premio, Umberto Vicaretti con la poesia "Il grido della rosa", secondo classificato e Claudia Ciardi con il componimento in versi "Ci son luoghi". «Anche quest'anno – afferma Giancarlo Niccolai, presidente del Centro studi Donati – sono stati numerosi i concorrenti che hanno aderito al nostro concorso e, per le commissioni esaminatrici, è stato arduo dover effettuare una scelta». Le commissioni giudicatrici hanno inoltre ritenuto di segnalare, premiandoli con la targa di rappresentanza alcuni autori: Pia Moschini Santini (Firenze) con "La casa turchese", Marco Managò (Roma) con "L'ultima notte dell'anno", Mario Delpino Mario (S.Margherita Ligure) con "Quel Natale del '44", Carlo Monteleone (Palmi) con "Luna nuova sulla conca d'oro", Maria Folgarait (Castel Mella) con "Il viaggio di Teresa", Fryda Rota (Borgo Vercelli) con "Sabina" e, per la sezione poesia, Carla Baroni (Ferrara) "La terra trema", Loriana Capecchi (Quarrata) "La terra di mio padre", Emila Fragomeni (Genova) "Il gabbiano bianco", Bruno Piccinini (Varano Marchesi) "Il Salotto ", Carmelo Consoli (Firenze) "Grezzano di notte", Franco Marano (Milano) "Erika", Sara Radolao (Imperia) "Vorrei Spiegarti".