Musica nei chiostri porta in scena un trio d'eccezione

Nuovo appuntamento per Musica nei Chiostri - l'evento organizzato dal Centro Busoni, ad ingresso libero - questa sera alle 21.30 nel suggestivo cortile del Conservatorio della Santissima Annunziata con il raffinato trio d'archi dedicato alla classicità viennese. I protagonisti: Roberto Donà (violino), Alina Company (viola) e Giovanni Gnocchi (violoncello). Eseguirà un programma affascinante e non usuale: due Trii di Schubert e Beethoven e un Divertimento di Mozart. Roberto Donà è titolare di violino al Conservatorio di Alessandria. Ha tenuto concerti nelle sale più prestigiose del mondo. Suona un violino Tononi del 1739. Alina Company nel 1988 fonda il Quartetto di Fiesole di cui per ventitré anni è primo violino. Vince all'unanimità il 1º premio al concorso internazionale di Cremona nel 1990 e il 1º concorso Gui di Firenze nel 1996. Suona un violino Landolfi del 1783 e una viola del '700 francese scuola Castagneri. Giovanni Gnocchi, fondatore del Quartetto di Cremona e del David Trio, laureato al concorso Gui e al premio Trio di Trieste, si è esibito in importanti formazioni cameristiche. Prima del concerto, il Centro Busoni premierà con una targa-ricordo Francesco Mazzoli, un giovane musicista veronese che si è recentemente laureato con un'importante tesi su Ferruccio Busoni, e che mette l'artista empolese al centro delle sue ricerche musicologiche e dei suoi programmi concertistici. Per maggiori informazioni consultare il sito www.centrobusoni.org.