Gemellaggio fra giuria del "Viareggio" e la mostra "Ai Frati"

25 giugno 1973 Il Premio Letterario Viareggio ha stabilito un simpatico gemellaggio con la mostra internazionale "Ai Frati" di Camaiore, organizzata da Vittorio Grotti. S econdo il gemellaggio stipulato fra le due organizzazioni culturali, la giuria del Premio Letterario Viareggio, presieduta da Leonida Repaci e composta da Longo, Villari, Bevilacqua, Sapegno, Piccioni, Antonicelli, Donini, Caproni, Salinari, Astaldi, Zavattini, Petrassi e Bo, ha visionato tutte le opere dei pittori espressionisti esposte al primo piano del "Chiostro dei Frati", esprimendo su tutti il giudizio. Alla cerimonia di premiazione, che si รจ svolta nel salone delle feste del "Linus" di Ponte di Sasso, messo a disposizione da Alberto Garfagnini, erano presenti, oltre ai giurati del "Premio", Ugo Attardi, Fausto Mario Liberatore, Renato Santini. Leonida Repaci, con la collaborazione di Franco Antonicelli, ha letto le motivazioni della giuria, dopo che Vittorio Grotti aveva elogiato l'opera deipremiati, che sono stati: il pittore Piero Nardi, di Pisa, lo scultore Giorgio Longoni, di Lido di Camaiore, la giovane pittrice Leonella Marchetti, di Lucca, e il pittore Orefice. (a cura di paolo fornaciari)