Ex terme del Corallo in abbandono ecco come salvarle

di Valeria Cappelletti wLIVORNO C'è un progetto sulle Terme del Corallo che potrebbe rappresentare un punto di partenza per il recupero di questo storico stabilimento. A realizzarlo due giovani architette lombarde, Giovanna Bracone e Benedetta Colombo, che l'hanno presentato al Teatro C in una giornata dedicata alle Terme del Corallo. L'evento è stato ideato da Silvia Menicagli, fondatrice del gruppo Facebook "Salviamo le Terme del Corallo", e Claudia Perfetto. direttrice di produzione di Theatralia, società che gestisce il teatro. Nel progetto, realizzato con Comune e Soprintendenza, sono inserite proposte concrete per valorizzare le Terme. Come prima cosa occorre inserire lo stabilimento all'interno di un circuito turistico – dicono Bracone e Colombo – perché, per la posizione così vicina alla stazione, può diventare il punto di partenza di percorsi tematici rivolti ai turisti, come è stato fatto in Francia a Arles. Esempi? Un giro turistico delle "ville" livornesi, "Livorno e il mare", "I Macchiaioli". La seconda proposta riguarda il cavalcaferrovia: Un sottopasso sarebbe molto costoso e ci vorrebbe molto tempo, meglio abbatterlo e sfruttare la viabilità già esistente, usando viale Foscolo e via delle Sorgenti, un'alternativa poco costosa e realizzabile in tempi brevi. Secondo le due architette bisogna creare un confronto con i cittadini: Con un sito internet che permetta ai livornesi di vedere i processi di recupero delle Terme e di fare donazioni, così come ha fatto il Comune di Milano per la Guglia del Duomo. Un'idea questa, valutata in parte dalla Soprintendenza. Il responsabile Riccardo Lorenzi ha segnalato che insieme all'Università di Pisa stiamo progettando un sito internet per far conoscere in tutto il mondo gli edifici toscani degradati, sperando che qualcuno decida di investire in uno di essi. Per Menicagli la soluzioneanti-crisi è guardare alla nostra storia e le Terme ne fanno parte: nacquero perché Livorno doveva risollevarsi dopo un periodo difficile, allora come ora bisogna puntare sul turismo. Presente all'incontro Lietta Corsi Puccini la figlia dell'ultimo direttore delle Terme. Aassente per influenza, l'assessore Mario Tredici ha inviato un'accorata lettera per ribadire che le Terme sono una priorità. Nel dibattito non è mancata l'indignazione davanti alle immagini delle Terme in abbandono e al video realizzato da Cch, Enrico Costalli e Dario Gentili sul cavalcaferrovia che deturpa il paesaggio. Il Teatro C ha anche ospitato le fotografie scattate dagli artisti Fabiano di Cocco, Paolo Ciriello, Gianluca La Bruna, Francesca Nicolosi e Renzo Bertasi. La serata è proseguita con una cena che ha riproposto un menù del 1908, trovato in un mercatino, e che fu consumato nel salone ristorante delle "Acque della Salute".