Le alchimie culinarie di Shamira Gatta, la maga dei fornelli

di M. Antonietta Schiavina wLIVORNO Talento in erba, livornese, classe 1987, radici istriane da parte di madre, Shamira Gatta, oggi pomeriggio alle 18, negli spazi della Libreria Feltrinelli in via Di Franco, sarà intervistata dalla giornalista Maria Antonietta Schiavina. Nell'occasione, oltre a raccontarsi e a raccontare la sua innata passione per i fornelli, la giovane chef presenterà il libro " Alchimie in cucina" Edizioni Ponte alle Grazie, uscito da poco e già in ristampa. Capelli biondi e occhi azzurri, bellezza nordica e, come svela lei stessa, «tanti progetti ancora da realizzare». Shamira, a detta dell'esperto eno-gastronomo Alan Bay, che l'ha scoperta per primo e le ha chiesto di scrivere un libro da inserire nella collana da lui diretta per Ponte alle Grazie, è una giovane promessa che ha tutte le carte in regola per fare molta strada. In occasione dell'evento alla Feltrinelli, accompagnerà la presentazione del libro con dei piccoli assaggi di sue creazioni. E parlerà anche del suo blog di cucina (lovelycake-gatta.blogspot.it), dove espone i capolavori golosi, scambiando ricette e segreti con i suoi fan. Collezionista di riconoscimenti- nel 2009 ha ricevuto l'attestato "Chef del Piacere" dalla Voiello, nel marzo 2011 ha vinto il concorso "100% Original", promosso dalla Federazione Nazionale Personal Chef per la creazione di un nuovo piatto definito "un'icona della piccola ristorazione"- l' inarrestabile Gatta, in questi giorni sta scrivendo un nuovo libro perché, spiega con malcelato orgoglio: «Il primo è andato benissimo, ho ricevuto molte mail dai miei lettori. La cosa che è piaciuta di più – dice Shamira – è la sostituzione degli ingredienti, quindi le varie tecniche per preparare la pasta senza glutine, oppure i dolci con le diverse farine, o la maionese senza uova». Ricco di idee, ricette, trucchi e curiosità, soprattutto sulla cucina molecolare, "Alchimie in cucina" svela i segreti dei pasticceri: come fare pan di Spagna così morbidi da sembrare nuvole, come preparare una maionese che non impazzisce mai, anche sostituendo le uova, o come ottenere piatti squisiti, in pochi minuti e dessert destrutturati (tipo il castagnaccio con cui Gatta ha vinto la prima fase del concorso di cucina del Tirreno). Provare per credere. L'appuntamento è per oggi e l'ingresso è libero.