Maurizio Pugliesi: questa maglia è un sogno

PISA.Un sogno realizzato dopo averlo inseguito a lungo, quello del portiere Maurizio Pugliesi. Vestire la maglia della sua città e giocare all'Arena da titolare. La scorsa stagione però la sua avventura in C1 non era proprio iniziata così. Partito come secondo di Ivan Lanni aveva rispettato umilmente il ruolo di vice pur di giocare nel Pisa. Con l'avvento di Dino Pagliari è riuscito a conquistare un ruolo da titolate nella delicata gara a Cava dei Tirreni, nella prima vittoria esterna dei nerazzurri, anche per merito suo e delle sue grandi parate.
«È stata un annata tormentata, - dice Pugliesi. - Alla fine la salvezza è arrivata e questo è quello che conta. Quant a me, vestire da pisano la maglia del Pisa è unico e giocare all'Arena altrettanto. Diciamo che sono nella cerchia di quelli che ci sono riusciti. Un sogno realizzato».
Dopo essere partito come secondo te lo aspettavi?
«No. A quel punto della stagione proprio no. Ma le cose arrivano quando non te le aspetti. Anche perchè avevo davanti un giovane promettente come Lanni che farà sicuramente strada».
Gli ultimi due mesi per te sono stati da protagonista...
«Come tutta la squadra. Il mister ci ha dato la carica giusta e noi siamo stati bravi a recepire il tutto».
Cosa ti aspetti dalla prossima stagione?
«Speriamo di soffrire di meno».
Un Pisa che sarà imbottito di giovani. Questo può essere un rischio per la categoria?
«Penso di sì. Dovremo essere bravi noi "vecchi" a farli inserire. Questa è una regola che ormai un po' tutti i club adottano con le nuove regole degli Under».
Cosa ti senti di dire ai tifosi?
«Di stare vicino alla squadra come hanno fatto la scorsa stagione, dove ci hanno dato una grossa mano».

Antonio Tognoli