Lupi spara a zero sugli "scrittori inutili"

Gordiano Lupi, che si definisce "vecchio scrittore di provincia, imbiancato nell'underground", ovvero a Piombino, con un ennesimo acuminato volume ha voluto togliersi ancora qualche sassolino dalle scarpe. E lo ha fatto sparando a zero sul mondo dell'editoria e facendo nomi e cognomi di parecchi "scrittori italiani inutili" che proliferano nei salotti televisivi.
Non si salva nessuno: da Alessandro Baricco ("Baricco che legge Fenoglio è come un ateo che sgrana il rosario") a Aldo Nove, da Alberto Bevilacqua a Tiziano Scarpa e Sandro Veronesi.
Ma non solo, un capitolo è dedicato al nuovo mestiere del Duemila: l'editor, che taglia, cuce, inventa, sa cosa chiede il pubblico, lo stile che va di moda: "Gli scrittori mica servono, complicano solo la vita, meno sono bravi meglio è".

  • GORDIANO LUPI
    "Velina o Calciatore,
    altro che scrittore!
    Historic ed., pp.118,
    euro 13.50