Pellicori a un passo dal Toro

GROSSETO.Doveva essere il "Pellicori-day" e invece la giornata di ieri ha registrato l'ennesima fumata nera, per quanto riguarda la ricerca del nuovo attaccante biancorosso. Nessun incontro tra il diesse Iaconi e il procuratore del giocatore che invece, nel pomeriggio si è vista recapitare l'offerta inattesa da parte del Torino. I granata, perso Bernacci che rescinde per problemi di salute, si sono buttati proprio sull'ex biancorosso, quando sembrava che il suo ritorno al Grosseto, fosse ormai solo questione di ore. Pellicori dovrebbe passare quindi al Torino con la formula del prestito. «Ancora non è sicuro, il mio procuratore sta trattando col Torino», spiega "Pelligol" da Londra, dove si trova in quanto tesserato col QPR (ancora un anno di contratto). Nessuna reazione di parte grossetana, con la società di patron Camilli che rimane spiazzata e che a questo punto proverà probabilmente un "colpo" negli ultimi 2 giorni di mercato (lunedì e martedì prossimi). Difficile a questo punto, anche solo immaginare una valida alternativa, dal momento che i pezzi migliori si sono tutti accasati.
Un'altra botta, arriva da Simone Canovi, procuratore dell'argentino, Martin Forestieri: «Non capisco come sia venuta fuori la notizia dell'interessamento del Grosseto per il mio assistito. Non solo la società maremmana non si è mai fatta sentire col sottoscritto, ma neppure col Genoa, titolare del cartellino. Abbiamo qualche richiesta dalla serie B, ma non da parte del Grosseto». E in effetti, un giocatore con quelle caratteristiche, oggettivamente ad Apolloni non pare proprio mancare, vista l'abbondanza di esterni d'attacco e mezze punte in organico. Tutto questo, porta ovviamente a una frenata anche per il ventilato passaggio di Pichlmann al Verona. La società scaligera prepara l'ultimo assalto, per gli ultimi giorni di mercato. Ma ben difficilmente a questo punto, il Grosseto si priverà dell'attaccante austriaco, se non dovesse reperire prima sul mercato, un degno sostituto. Anche qui, la verità probabilmente sta nel mezzo. Da Verona giurano che Pichlmann vestirebbe volentieri il gialloblù. Fonti vicine al giocatore, rispondono che lui vuol assolutamente rimanere in biancorosso, alla ricerca della sua miglior stagione, pronto ad assumersi il ruolo di prima punta titolare.
Nessuna novità invece per quanto riguarda il ventilato scambio, sempre col Verona, tra i portieri Acerbis e Rafael. Freddi infine, pare destinato a rimanere al Grosseto, a meno che il Lecce non provi un assalto al difensore di Apolloni, in quelli che si annunciano come ultimi, convulsi, giorni di mercato. Quel che è certo quindi, è che domani il Grosseto giocherà contro il Sassuolo con lo stesso organico della prima giornata. Designato anche il direttore di gara che sarà il signor Bagalini di Fermo, neopromosso dalla Can C e alla prima con i torelli.

Paolo Franzò