Pennetta, Schiavone e tanta voglia di bis

ROMA. Oggi primo atto ufficiale della la sfida tra Italia e Repubblica Ceca, valida per le semifinali del tabellone mondiale della Fed Cup 2010, in programma domani e domenica al Foro Italico di Roma. Alle ore 12 si svolgerà il sorteggio. Per l'incontro il capitano della squadra azzurra Corrado Barazzutti ha convocato Flavia Pennetta, Francesca Schiavone, Sara Errani e Roberta Vinci.
Il "collega" ceco Petr Pala si affida invece a Lucie Safarova (l'avversaria più pericolosa per le azzurre), Petra Kvitova, Lucie Hradecka e Kveta Peschke. E' la settima volta che le due nazioni si affrontano ed il bilancio è in parità (3-3). Il momento è positivo per le azzurre con due titoli Wta già all'attivo nel 2010: la Pennetta ha vinto a Marbella (Errani semifinalista), la Schiavone ha conquistato il torneo a Barcellona (Vinci finalista). La Errani e la Vinci in coppia hanno vinto i titoli di doppio sempre a Marbella e Barcellona.
La sfida di semifinale tra Italia e Repubblica Ceca, che potrebbe spianare alle italiane, campionesse del mondo in carica, le porte della quarta finale in cinque anni, si giocherà nello Stadio Nicola Pietrangeli, inserito dunque nell'ambito del grande spettacolo che dal 24 aprile all'8 maggio farà di Roma la capitale del mondo del tennis in occasione della 67ª edizione degli Internazionali BNL d'Italia.
Oltre alla semifinale di Fed Cup, così, domani il Foro Italico ospiterà il primo turno delle qualificazioni del Master 1000 e alla domenica tanto il secondo turno delle qualificazioni quanto - per il debutto del grande tennis sul nuovo Campo Centrale - alcuni match del primo turno del tabellone principale.
«Sono contento per i recenti successi delle ragazze in Spagna - ha detto Corrado Barazzutti - ma rimaniamo con i piedi per terra. Roma è una sede importante, con un pubblico importante. Sono anche contento di avere le mie giocatrici in buona forma: solo Roberta Vinci ha accusato qualche doloretto». La diretta interessata però minimizza: «Ho qualche fastidio alla spalla - ha precisato la Vinci - è un problema che mi porto dietro già da qualche tempo. Però sono pronta».
Ottimista Flavia Pennetta: «Abbiamo sensazioni positive. Veniamo da due settimane molto importanti per noi - ha sottolineato la numero uno azzurra -. Però dobbiamo rimanere concentrate perché le ceche non hanno nulla da perdere e giocano un buon tennis. E' normale avvertire la pressione visto che giochiamo in casa - ha aggiunto la 28enne brindisina -: dobbiamo solo gestirla nel modo giusto. Il campo di gioco è molto bello». Addirittura entusiasta Francesca Schiavone: «E' bellissimo giocare qui. Lo abbiamo sognato da tanto. Siamo tutte concentrate e pronte a far bene».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Vezio Trifoni /