Anna Maria Adorni, una nuova santa per Fivizzano

FIVIZZANO.La Venerabile Anna Maria Adorni è stata inserita nell'elenco ufficiale delle proclamazioni dei Beati il cui decreto è stato firmato il 27 marzo da Papa Padre Benedetto XVI.
L'Osservatore Romano ne ha dato la notizia alle Ancelle dell'Immacolata di Parma la cui Congregazione è stata fondata da Madre Adorni.
Anna Maria Adorni nata nel 1805 a Fivizzano e morta nel 1893 a Parma è così una venerabile.
Dopo essere rimasta vedova, si iscrisse alla Pia unione delle dame visitatrici delle carceri e fondò l'Istituto del Buon Pastore e la congregazione delle ancelle dell'Immacolata Concezione.
Il 27 marzo papa Benedetto XVI ha riconosciuto un miracolo avvenuto per intercessione di lei, aprendole di fatto la strada verso la beatificazione.
"Al tramonto della vita saremo giudicati sulla carità". Così scrisse il mistico dottore S. Giovanni della Croce, commentando le parole del Vangelo, nelle quali Cristo affermò che nell'ultimo giorno avrebbe considerato come suoi coloro che lo avessero riconosciuto con la fede e circondato di carità nei più piccoli dei suoi fratelli, accogliendolo in essi come ospite, ricoprendolo nudo, visitandolo infermo e carcerato, soccorrendolo nella fame e nella sete. Questo, con santa e infaticabile attività, operò fino a tarda età la Serva di Dio Anna Maria Adorni, la cui vita fu un completo ininterrotto dono di carità verso le membra più umili di Cristo.
Nata il 19 giugno 1805 a Fivizzano, ebbe come genitori Matteo Adorni ed Antonia Zanetti, pii cristiani.
La fama della santità della Serva di Dio non si affievolì dopo la morte e infine, nell'anno 1940, per disposizione del Vescovo, si istruì presso la Curia di Parma il processo informativo sugli scritti e il "non culto" della Serva di Dio; gli atti furono trasmessi a Roma per essere discussi secondo le norme del diritto.
Il 15 dicembre 1977, fatta relazione a Papa Paolo VI, considerato il responso della Sacra Congregazione per le Cause dei Santi, il Santo Padre ordinò che si stendesse il Decreto sulle virtù eroiche della Serva di Dio, che fu dichiarata Venerabile.
Ora arriva l'annuncio della sua prossima beatificazione. Una gioia per tutta Fivizzano.