Andrea Balestri legge Pinocchio un podcast gratuito in 36 puntate con l'attore del film di Comencini

PISA. «Celebriamo un cittadino speciale». Così il sindaco Filippeschi ha accolto in Comune Andrea Balestri, il Pinocchio della pellicola di Luigi Comencini del 1972. Ne sono passati di anni, ma Andrea e Pinocchio continuano ad essere la stessa cosa, tanto che Balestri si è reinventato da attore a narratore del celebre romanzo di Carlo Collodi nella versione originale toscana del 1883.
La forza della favola conosce l'eternità, ma al contempo si adegua alle conquiste tecnologiche. Infatti, l'iniziativa di Balestri consiste nell'uscita di un podcast ovvero di un programma audiofonico da ascoltare su mp3, computer, cellulari accedendo al sito web www.pinocchiopodcast.com. Sarà possibile abbonarsi al podcast e ogni settimana, per un totale di 36 settimane, vi sarà la lettura di un episodio corrispondente ad un capitolo del libro; il pubblico di ammiratori, adulti e bambini, a cui Balestri si rivolge sarà coinvolto all'interno delle puntate nella ricerca di un fantomatico zecchino d'oro e il vincitore riceverà una sorpresa da parte del cantastorie.
Il progetto, per la regia di Saverio Infante e le musiche di Andrea Cellesi, è stato impreziosito dalle illustrazioni di Fabio Leonardi che considera «Pinocchio una Bibbia grafica per il disegnatore, un artista che tende già da sé a mantenersi sempre un bambino». Francesco Bernacchi, segretario della Fondazione nazionale collodi, si dice orgoglioso di aver patrocinato, insieme al Comune, questa nuova lettura del romanzo, tradotto in 96 lingue e oggetto di un centinaio di cortometraggi e 11 film, «il migliore dei quali è quello di Comencini». Tanto che il sindaco vuole dedicare una via o una piazza al film del cuore del piccolo Andrea.

Marta Latini