Francesco Potenza è rossonero

LUCCA.Adesso è ufficiale. Francesco Potenza, 23 anni, imprendibile e sgusciante attaccante esterno dell'Ascoli, è il rinforzo della Lucchese già annunciato nei giorni scorsi. Il piccolo e veloce ragazzo calabrese, via Crotone, arriverà la sera del 1º gennaio a Lucca (dove ha parenti a Segromigno in Monte) e il giorno dopo sarà perfezionato il suo trasferimento in rossonero con la formula del prestito con diritto di riscatto a favore della società di Giuliani. Alla ripresa del campionato il 10 gennaio al Porta Elisa contro la Giacomense potrebbe già debuttare.
Un'operazione complessa, perché altri club importanti di Lega Pro (Taranto e Pescara) avevamo messo gli occhi sulla punta dell'Ascoli esplosa nella Pro Vasto in serie D.
Inoltre la Lucchese è in pole position qualora la prossima stagione alla scadenza del prestito Potenza non dovesse rientrare nei piani dell'Ascoli, con l'auspicio che i marchigiani restino in serie B. Un innesto di qualità per alzare lo spessore dell'attacco con mister Favarin che potrà contare su una prima linea forte ed assortita per sfruttare al massimo le potenzialità del suo modulo a trazione anteriore. Adesso ci sono sette attaccanti in lizza per tre posti (Scandurra, Biggi, Pera, Galli, Taddeucci, Belluomini e Potenza).
«C'è un accordo raggiunto con il giocatore - dice Giovannini - e il 2 gennaio ad Ascoli mi vedrò con il presidente bianconero Benigni per mettere nero su bianco sul suo definitivo passaggio alla Lucchese per un anno con una corsia preferenziale per la stagione successiva.
«Potenza è un giocatore di grandi prospettive, con una velocità devastante ed è pronto anche per la Prima divisione. Con l'Ascoli ha disputato quasi 20 partite in B, non poche per un ragazzo di 23 anni. È un giocatore che abbiamo fortemente corteggiato questa estate ma poi l'operazione è sfumata all'ultimo. Si è inserito l'Ascoli e non ha potuto dire no. Nonostante avessimo una sua mezza parola. Forse ha voluto sdebitarsi. Credo che sulla scelta del ragazzo di scendere in C2 abbia influito anche la posizione di classifica della Lucchese».
Il mercato in entrata è virtualmente chiuso. A meno di una partenza di Belluomini che ha richieste da squadre di Lega Pro 2. «Cercheremo di piazzare Toscano - conclude Giovanninin - mentre Kras vuole più spazio ma il suo futuro sarà da noi. Stiamo valutando la possibilità di acquistarlo in comproprietà dalla Reggina e poi girarlo per giocare con più continuità».
Amichevole di lusso.Intanto la Lucchese respirerà un po' di calcio di serie A. Il 5 gennaio, vigilia dell'Epifania, affronterà il Livorno di Cosmi. Da decidere la sede: stadio di Capannori o Laghetti di Lammari. La Lucchese sta pensando di mettere un biglietto d'ingresso e devolvere l'incasso a favore degli alluvionati dell'Oltreserchio. Il 24 invece sfida contro il Bellinzona, club della massima serie svizzera.

Nicola Nucci