Analogie e differenze con la stagione 2008-2009

GROSSETO. Prima della sosta di Natale, simmetria formale del Grosseto 2009-2010 con quello della stagione precedente, sempre sotto la guida di Elio Gustinetti. Stesso numero di partite giocate (19 - di cui 10 in casa) e stessi punti in classifica (29 - 7º posto invece del 6º attuale). E anche l'andamento era stato sostanzialmente omogeneo.
Nel senso che anche quest'anno ci sono state due vittorie esterne (allora Pisa e Ascoli, oggi Sassuolo e Piacenza). Però quel Grosseto aveva conosciuto anche la vertigine del primo posto: avvenne dopo la vittoria interna contro la Triestina, il 22 novembre. Quest'anno, invece, il campionato è stato tutto una scalata.
L'anno scorso il clima pre-natalizio fu rovinato dal ko di Brescia, mentre quest'anno ci sono sorrisi per la vittoria sul Frosinone. Nella passata stagione, al 25 dicembre il Grosseto aveva totalizzato 8 vittorie contro le 7 attuali (ce n'era stata una in più in casa), 5 pareggi contro gli 8 attuali (equamente ripartiti da interni ed esterni) e 6 sconfitte contro le 4 finora incassate (migliorata la performance in trasferta).
Le reti sono minori di quelle della stagione 2008-2009: sia quelle fatte (28 contro 30) sia quelle subite (26 contro 29). C'erano stati anche degli eccessi, a differenza dell'equilibrio attuale: ad esempio lo 0-4 di Sassuolo e lo 0-5 di Vicenza ma anche il 6-2 alla Salernitana e il 4-1 al Treviso. (p.s.)