Il documentario "211: Anna" vince al Festival di Annecy

PISA.Ancora un successo per il documentario "211: Anna", prodotto dalla società pisana Polis Srl di Stefano Alpini sul delitto della giornalista russa Anna Politkovskaja. Il documentario si è imposto nell'apposita sezione del Festival di Annecy in Francia, rassegna transalpina dedicata al cinema italiano.
"211: Anna", regia di Paolo Serbandini e Giovanna Massimetti, ieri, nel terzo anniversario dell'uccisione della giornalista russa, è stato anche mandato in onda su Current Tv (canale 130 di Sky).
Tra l'altro il documentario, selezionato anche al Sundance Film Festival di Park City (Stati Uniti), è già stato insignito del premio speciale della giuria "Ilaria Alpi" e ora è in programma al festival di Rio de Janeiro. Ha anche avuto una nomination come miglior documentario di lungometraggio ai David di Donatello.
L'affermazione ad Annecy è un riconoscimento importante per il lavoro della Polis di Stefano Alpini, il cui lavoro di montaggio, negli studi di Pisa, si è protratto dal marzo al giugno 2008. La rassegna francese sul "Cinéma Italien" è diretta da Jean A. Gili e presieduta da Ettore Scola. Erano otto i titoli nella sezione documentari.