La giunta Scheggi saluta la politica

GROSSETO.Lio Scheggi lascia la politica. O almeno così pare. Sergio Bovicelli ha già annunciato che si occuperà del suo circolo di Rifondazione a Santa Fiora, Giancarlo Farnetani torna in Confesercenti, in attesa di un incarico di prestigio, Anna Nativi si occuperà a tempo pieno del suo prestigioso incarico in seno all'Asl 9. Gran parte della giunta-Scheggi, chiusa la legislatura, pare destinata a farsi da parte, a lasciare incarichi attivi nella politica. Dubbi ci sono ancora sul futuro degli altri ma, nel caso al ballottaggio vinca Marras, ci sarà un profondo rinnovamento del "consiglio dei ministri" provinciale. Ovviamente, se a vincere sarà Antichi, il rinnovamento sarà a 360º.
Lio Scheggi.Da tempo il presidente, 61 anni, dice di voler smettere con la politica attiva. Dopo dieci anni di governo del territorio, però, il partito potrebbe anche proporgli qualche incarico. Vedremo, certo non scoprirà le carte prima del ballottaggio.
Sergio Bovicelli.Lui, nei giorni scorsi, ha dichiarato al Tirreno la sua intenzione di farsi da parte. 60 anni, in pensione, vuole seguire da vicino il circolo di Rifondazione di Santa Fiora.
Giancarlo Farnetani.D'ora in poi lavorerà solo in Confesercenti. È in attesa di un incarico di prestigio. E infatti, oltre a lasciare l'assessorato in Provincia per scadenza dei termini, nei giorni scorsi si è anche dimesso da consigliere comunale a Castiglione della Pescaia.
Anna Nativi.Da tempo ha manifestato l'intenzione di smettere. Ha un incarico importante all'Asl 9 (è coordinatrice delle donazioni, cioè dei trapianti di organi) al punto che, anche durante il mandato, ha preso pochissima aspettativa. Tornerà a tempo pieno a villa Pizzetti.
Alidiano Bargelli.53 anni, di Massa Marittima, nei giorni scorsi ha manifestato anche lui l'intenzione di smettere. Ma potrebbe ripensarci, se gli sarà trovata una collocazione gradita.
Gian Carlo Bastianini.Andato in pensione alla Banca Toscana, 65 anni, non è ancora chiaro cosa farà. Da buon (ex) democristiano alle fine forse troverà un incarico. Ma non pare facile che Marras, che l'ha avuto anche come avversario alle primarie, gli possa dare un posto.
Donatella Rapezzi.Altro assessore sul quale c'è qualche incognita, fu chiamata in Giunta dopo l'elezione di Seccarecci a sindaco di Pitigliano. Socialista di Follonica, certo qualche cosa peserà il fatto che i socialisti, nella città del golfo, hanno fatto una lista alternativa a quella di Eleonora Baldi.
Giuseppe Romagnoli.Per lui potrebbero essere decisive, in negativo, le elezioni comunali a Manciano. La sconfitta del Pd, e il vortice di polemiche dei giorni successivi, con pesanti scambi di accuse dentro al centrosinistra, non depongono a suo favore.
Cinzia Tacconi.Lei, invece, potrebbe essere riconfermata. Se non altro perché ha conquistato un ottimo bottino di preferenze, terza del Pd in Provincia con 2576, facendosi rieleggere in consiglio (anche l'altra volta fu chiamata in giunta da consigliere). Adesso, finita l'aspettativa, è tornata a lavorare in Comune, proprio a Follonica. L'esito del ballottaggio, comunque, avrà il suo peso. (g.fior.)