«I tifosi saranno la nostra arma in più»

PRATO. Si avvicina a grandi passi il match di andata play-off che il Prato giocherà domenica alle 16 al Lungobisenzio contro il Viareggio.
Ieri la squadra ha provato schemi e posizioni con il solo Pelliccia precauzionalmente fermo e sostituito dal rientrante Salvi.
In panchina a soffrire oltre a mister Orrico era presente anche Damiano Moscardi, capitano del Prato fino a marzo e poi costretto a lasciare il calcio giocato per problemi fisici dopo aver giocato in biancazzurro per ben 132 volte.
«Sono partite che tutti vorrebbero giocare - esordisce Moscardi - mi ricordo ancora la vittoria del Prato nel campionato 1992-93 quando salimmo in C1. E' stata la soddisfazione più grande della mia carriera. E' stata un'emozione grandissima, se poi sei di Prato ancora di più. Ora ci sono quattro squadre che si giocano la promozione e bisogna lasciare stare polemiche, contrasti e in questi 20 giorni tutti devono dare il massimo e remare verso l'obiettivo che tutti vogliono conquistare». Come l'hai vista la squadra? «Il gruppo sta bene ed è voglioso. Dipende solo da noi, se giochiamo - dice Moscardi - da Prato siamo i favoriti soprattutto perché queste gare si giocano con il doppio confronto e il Prato ha le carte in regola per vincere». Anche i tifosi saranno presenti in maniera massiccia. «Saranno l'arma in più di questi spareggi. Anche quando siamo saliti nel 1993 c'era all'inizio poca gente - evidenzia l'ex capitano - ma poi i pratesi sanno capire quando c'è necessità di loro e alla fine c'erano più di 5.000 persone allo stadio, più della festa del centenario, e ci hanno dato quella carica in più. Per questo è determinante il fattore campo».
Ma chi sarà l'ago della bilancia di questa sfida? «Secondo me sarà l'attacco del Prato che può fare veramente la differenza con quattro giocatori che sono tutti di categoria superiore come Basilico, Silva Reis, Vieri e Ferrario - spiega Moscardi - il gruppo sta bene ed ha lavorato nel modo migliore per arrivare in forma a questi appuntamenti ma il nostro reparto offensivo è superiore a tutte le altre squadre e può fare davvero la differenza. Poi Basilico e Ouchene, nell'uno contro uno, sono giocatori che hanno una marcia in più rispetto agli altri. Purtroppo non potrò essere in campo ma sarò insieme a loro a spingerli per dare tutto quello che hanno per conquistare questa promozione». Intanto i supporter pratesi continuano ad organizzarsi e nel volantino distribuito e affisso in tutte le zone di Prato dalla Curva Ferrovia viene evidenziato "Tutti allo stadio. Se ami Prato vieni a sostenere la squadra della nostra città".
I biglietti sono in prevendita presso il Bar Stadio di via Firenze. I bambini sotto i 14 anni avranno accesso gratuito allo stadio.