C'è più tempo per preparare il big match

Può essere soltanto un effetto ottico. Ma lo rimarrà almeno per una decina di giorni. Fino al 22, per la precisione. Al Palaparenti arriverà Latina, ieri sera scavalcata in classifica dai Lupi e ferma, per un turno di riposo, domenica, quando si consumerà il resto della giornata di campionato che la Codyeco ha anticipato ieri sera, sotto i riflettori e le telecamere di SnaiTv.
Un effetto ottico, che fa bene al morale: i Lupi sono primi, al comando. E le dirette concorrenti per il passaggio alla categoria superiore, ora sono alle spalle.
Si dirà che i santacrocesi hanno una partita in più rispetto a Latina e Bassano. Ed è vero. Ai Lupi, il riposo forzato per il forfait della squadra di Corigliano Calabro, tocca l'undici di aprile. Sarà, quella, l'ultima di campionato. Scherzi del calendario. I Lupi fermi a guardare, perché la loro stagione finisce una settimana prima. Forse è per questo motivo che Dalù sta spronando i suoi e li tiene sempre con la tensione alta. Vorrà accumulare punti su punti, cercare di mettere quanto più fieno in cascina, proprio per non dover trascorrere con il fiato sospeso, quell'ultima settimana di campionato che la vedrà già ferma con i propri impegni.
Ma il segreto di questa squadra sta nella maturità di alcuni elementi: Falaschi, ad esempio. E nella classe di gente come De Paula e Lukianetz, in grado di dare tranquillità al sestetto, con i loro colpi micidiali. Chissà, questo insolito anticipo, potrebbe essere il segnale di una stagione sotto i buoni auspici. Dopo tutto, se il Latina avrà due settimane, per prepararsi alla sfida di Santa Croce, grazie alle richieste del Bassano, anche i Lupi, adesso, hanno più tempo per ricaricare le pile. (ech)