Il Memorial Melani a Nassi e Pagni

PISTOIA. Quest'anno il Memorial "Marcello Melani" verrà consegnato a Claudio Nassi e Antonio Pagni, due dei pilastri degli anni eroici della Pistoiese di Melani. La cerimonia si svolgerà giovedì 4 dicembre a partire dalle 21 nella Sala maggiore del palazzo comunale e verrà trasmessa in diretta da Tvl. Per gli organizzatori della settima edizione (Comitato Memorial, Fondazione banche di Pistoia e Vignole e Il Tirreno) nessun dubbio sulla scelta.
Con Claudio Nassi si è voluto premiare chi ebbe un ruolo chiave nella costruzione della società su basi manageriali introducendo concetti fino ad allora poco conosciuti. Con Nassi il calcio a Pistoia si trasformò da società sportiva ad azienda vera e propria, una scelta che permise una scalata che è rimasta nella storia. Anni dopo Nassi applicò con successo il suo modello ad altre società della serie maggiore.
Antonio Pagni è diventata addirittura una figura leggendaria. Fisioterapista dalle mani d'oro, è riuscito a guarire e rigenerare campioni che molti davano per finiti (il caso Frustalupi è il più clamoroso), giovani calciatori che senza di lui avrebbero rischiato di terminare anzitempo la carriera. Pagni è stato sicuramente uno degli artefici principali della lunga cavalcata arancione.
Nel corso della serata verranno premiati tanti altri personaggi legati alle vicende della squadra arancione. A cominciare da Giovanni Breschi, uno dei migliori difensori centrali della storia della Pistoiese, che sapeva coniugare la grinta con il gesto atletico e l'eleganza di gioco. Quando lasciò la maglia arancione aveva collezionato la bellezza di 242 presenze. A lui verrà consegnato il premio "Roberto Gasperini".
Raffaello Nerozzi ha un posto di rilievo nell'album della Pistoiese, una fedeltà alla maglia arancione che ha pochi riscontri. A lui verrà consegnato il premio "Arancione doc". Medesimo premio è stato assegnato ad un altro indimenticato calciatore-allenatore della Pistoiese: Ronaldo Lomi. Fu ottimo calciatore a metà degli anni '50 e poi allenatore nel 1963-64 (salvò la Pistoiese dalla retrocessione). Tornò di nuovo alla guida della squadra l'anno della ricostruzione dopo la cancellazione post Dromedari, nell'88.
Poi sarà la volta dei premi speciali. Quello alla carriera, promosso dalla Fondazione banche di Pistoia e Vignole sarà consegnato al portiere Gianmatteo Mareggini. Premiati anche due pistoiesi per il loro amore per lo sport al quale hanno dedicato una vita intera in silenzio e con grandissima umiltà: uno è stato assegnato a Renzo Corsini per la sua attività con i bambini dell'Avanguardia, l'altro a Giorgio Corsini, indimenticato custode degli impianti sportivi con un amore talmente forte per il calcio da fargli calcare i terreni di gioco fino a pochi anni fa. Ci sarà spazio anche per i giornalisti con il premio intitolato alla memoria di Valeriano Cecconi ma il nome del cronista premiato verrà svelato, come tradizione, solo all'ultimo minuto.
Infine un altro premio speciale del Tirreno. Verrà consegnato a Simonetta Simoni, la compagna di Marcello Melani, una donna splendida che ha condiviso all'ombra del suo grande amore le gioie e i dolori del più grande presidente della storia arancione.