E' morto a 100 anni Olin Stephens Ha disegnato barche da sogno

PORTO S. STEFANO.Addio Olin. Un grande cittadino onorario di Monte Argentario, ci ha lasciati.
Se n'è andato alla bella età di 100 anni e 6 mesi mentre riposava nel suo appartamento di Hanover (Boston-Usa), il mitico Olin J. Stephens, il più grande progettista navale della nostra epoca.
Olin, come veniva confidenzialmente chiamato questo grande vecchio che amava svisceratamente il Promontorio e lo frequentava da anni, aveva ricevuto la cittadinanza onoraria dell'Argentario il 18 ottobre 2004, giusto quattro anni fa, con la seguente motivazione: "Per aver guidato con il suo genio acuto e inesauribile, il progresso della vela sportiva verso sempre più esaltanti sfide e nuovi ambiziosi traguardi».
Nel corso della sua lunghissima ed eccezionale carriera, ha visto le imbarcazioni da lui progettate primeggiare nei più impegnativi e famosi campi di regata. E' quindi divenuto un affezionato e profondo estimatore della cantieristica navale dell'Argentario, specialmente in quel settore che, recuperando la nobile ed antica tradizione dei maestri d'ascia, si è affermata nel restituire prestigiose barche d'epoca al loro originario splendore.
Nel corso delle sue ricorrenti visite all'Argentario, gli operatori di Porto S.Stefano hanno potuto avvalersi direttamente del suo inestimabile patrimonio di esperienza ed egli stesso si è fatto il testimonial più convinto e credibile della qualità del lavori dei maestri d'ascia del promontorio.
I santostefanesi lo ricordano al timone delle barche da lui progettate e restaurate nel Cantiere Navale dell'Argentario nelle regate dell'Argentario Sailing Week alle quali ha partecipato fino all'età di 98 anni.
Renzo Wongher