Acerbis e Vitiello ora ci sono

GROSSETO.Altri due volti nuovi per il Grosseto di mister Gustinetti. Il diesse Ricci torna infatti oggi da Milano, con i contratti del nuovo portiere (Acerbis) e del centrocampista (Vitiello).
Dunque per i maremmani, il portiere più alto d'Italia (202 centimetri); Paolo Acerbis, 27 anni da Clusone (Bergamo), come avevamo anticipato alcuni giorni addietro, arriva in biancorosso con un contratto triennale, a titolo definitivo.
Lo scorso anno alla Triestina in prestito dall'Albinoleffe (ha anche esordito in A con il Livorno), è uno dei "pupilli" di Gustinetti che lo ha a lungo allenato. Per altro, il giocatore era svincolato. Adesso c'è da capire se sarà lui il titolare, o se si giocherà la maglia con Pinzan.
In ogni caso, in questo momento, con Acerbis, Pinzan e Corradini, la questione portiere è sistemata.
L'altro acquisto di giornata è in realtà un ritorno di fiamma, nel senso che Leandro Vitiello arriva al Grosseto con un anno di ritardo.
La stagione passata, l'Ascoli lo aveva poi prestato a gennaio, alla Sambenedettese.
Oggi, giunge in Maremma con la formula della comproprietà con i marchigiani. Nato a Scafati, classe 1985, riconoscibile per la "pelata", Vitiello ha giocato anche con il Vicenza.
Di fatto, la prima parte del mercato per il Grosseto si chiude qui. Senza uscite (di quelli che sono sotto contratto) e con 6 acquisti. Domenica saranno tutti a Grosseto, lunedì le visite mediche, prima della presentazione in serata in Piazza Dante. Il giorno dopo, via per il ritiro di Avelengo, con una rosa a dir poco provvisoria. Difficile definire incedibile qualcuno. Ma di certo, non solo per il Grosseto, è un mercato difficile per chi vuol vendere. Gli affari si fanno per lo più con i prestiti e le comproprietà. Il Padova ad esempio, continua a chiedere Consonni, ma senza proporre un'offerta concreta.
Il capitano, per adesso parte in ritiro con il Grosseto. Carparelli, Dal Rio e Sansovini, sarebbero tutti e 3 sul mercato, ma ad oggi nessuno si è fatto avanti concretamente e poi, non è facile sposare gli interessi della società, con le volontà dei calciatori.
Lo stesso Barbagli rimane sul mercato, mentre ancora non si è concretizzato lo scambio con la Ternana, tra Zecchin e Papini.
In attacco, i biancorossi avrebbero chiesto al Palermo il prestito del baby fenomeno, Devis Curiale (20). Ma sul giocatore ci sarebbe l'interferenza del Livorno. Lunedì, la decisione della società rosanero.
Cazzola starebbe per rinnovare con l'Ancona, mentre l'Ascoli continua a proporre Job.
Santoruvo è sempre più vicino al Piacenza, così come Abruzzese. Fava è della Salernitana.
Ad oggi, esclusi gli under 21 (Freddi e Corradini), il Grosseto si raduna con 20 giocatori.
La liste vede dunque volti vecchi e nuovi anche se la rosa a disposizione dell'allenatore che il passare dei giorni potrebbe ulteriormente cambiare e assumere un fisionomia diversa.
Questa la truppa unionista che va in ritiro dove Gustinetti iniziarà la prima fase della preparazione, con la stagione agonisti che può apparire lontana, ma che invece praticamente se non è alle porte lo è quasi.
Pinzan, Acerbis, Corradini, Porchia, Mora, Abruzzese, Barbagli, Freddi, Garofalo, Innocenti, Gonnella, Consonni, Gessa, Vitiello, Lazzari, Valeri, Zecchin, Margarita, Pichlmann, Dal Rio, Carparelli, Sansovini.
Paolo Franzò