Restaurata porta S. Pietro

LUCCA. Sono concluse le opere di restauro di Porta San Pietro e dei portoni dell'intera struttura condotte da «Opera delle Mura» grazie ad un finanziamento straordinario di 1,2 milioni concesso nel 2006 dal Ministero dei Beni Culturali. Di questi fondi, 350.000 euro - circa 1/3 del finanziamento - è la somma che è stata utilizzata per il lavoro di restauro.
Domani Porta San Pietro rimarrà chiusa al traffico in entrata e in uscita (escluso pedoni e bici) proprio per consentire di riposizionare i portoni. Il lavoro di montaggio inizierà intorno alle 4 di stanotte per non arrecare troppo disagio ai cittadini e finirà domani sera. Solo successivamente - in data ancora da stabilire - verranno montate le porte dei fornici laterali.
Nel 2005 i portoni di porta San Pietro furono smontati e portati nella Cavallerizza di piazzale Verdi, ma il restauro è iniziato solo nel 2006 ed è stato eseguito dalla ditta GBA di Lucca e dalla Dini Restauri che si è occupata del materiale lapideo e delle decorazioni pittoriche. Tutto sotto la sorveglianza della Soprintendenza e dell'architetto Glauco Borella.
La struttura era compromessa sia dal punto di vista del legno delle porte, del tutto degradato, sia per le decorazioni pittoriche interne e la pavimentazione ottocentesche, che sono state ripristinate alla maniera antica, come il pavimento in mattonelle di Tesseri del 1845. Inoltre sono state ristrutturate le pareti e un'edicola al cui interno è presente una scultura che riproduce il Volto Santo. Sono state salvati i materiali originali e consolidate le parti metalliche.
La porta più importante di Lucca, che divenne principale via di comunicazione tra fuori e dentro le Mura, grazie alla nascita della linea ferroviaria Lucca-Pisa del 1842-46 - da domani riprende il volto ottocentesco.
E. P.