Il Grosseto festeggia la prima vittoria


GROSSETO RIMINI2 1 GROSSETO (4-4-2):Bressan; - Innocenti, Terra, Abruzzese, Garofalo; Virga, Valeri, Consonni,:Carboni (39' pt Paulinho); Dall'Acqua (39' pt Lazzari), Carparelli - (22' st Zecchin). A disp. Pinzan,
Piocelle, Freddi, Dierna. All. Pioli.
RIMINI (4-2-3-1):Consigli; Vitiello, Milone, Porchia, Regonesi; Cardinale (dal 19' st Parachiv), Cristiano (dal 23' st Docente); Pagano, Ricchiuti (dal 33' st Vantaggiato), Valiani; Jeda. A disp. Pugliesi, Catacchini, Bravo, Rinaldi. All. Acori.
ARBITRO:De Marco di Chiavari.
RETI:6' pt Milone, 10' st e 14' st Carparelli.
NOTE:Spettatori 3.586 per 44.860 euro. Espulso Consonni 46' st (doppia ammon.). Ammoniti Jeda, Garofalo, Abruzzese, Innocenti. Angoli 2-4. Rec: 2' e 6'.

GROSSETO.Toda joya, toda bellezza... Cosa c'è di più bello e gioioso della prima vittoria in serie B? Nulla, specie se i primi 3 storici punti arrivano al termine di una gara di rimonta, condotta a colpi di sciabolate e virate. Come una battaglia navale, in cui estetica e funzionalità sfociano in un buon spettacolo. Chi è mancato (ieri pubblico in calo) si è perso un appuntamento irripetibile. Vittoria e vendetta sportiva consumata, con il pensiero dei famosi playoff ormai lasciato alle spalle. Tutto in un sabato, tutto in 98 interminabili minuti che hanno messo alla prova coronarie e acidità di stomaco. Il Grifone si lascia dietro cinque rivali e naviga verso acque più sicure. Con il Ravenna (a pari punti) già dietro l'angolo.
Cinque minuti e il Rimini è già in vantaggio. Corner, palla sul destro di Milone avanzato per l'occasione e lasciato colpevolmente solo, stop, tiro e palla che fulmina Bressan all'angolino alto. Gioco in velocità e preciso: i romagnoli sanno esattamente dove mettere la palla. Il Grifone scricchiola, ma c'è e si vede, anche perché a Consonni viene concesso qualche metro vitale. Solo che non porta al pareggio. E il particolare non è indifferente. Ci prova Carboni, ci prova Dall'Acqua, ci prova Carparelli. Piede o testa, il risultato non cambia. Pioli si rende conto che deve rovesciare la squadra come un calzino. Allora dentro Lazzari e Paulinho in aiuto a Carparelli e inedita difesa a 3. Eppure, sono gli ospiti di nuovo vicini al gol, con Valiani e Jeda: imprecisi.
La ripresa inizia ancora nel segno di Valiani. Ma al 10' ecco il pareggio. Virga conquista una punizione centrale dai 25 metri. Carparelli vede l'angolino basso e il suo destro castiga Consigli. Lo Zecchini saluta con un boato la prima rete in B. E si ripete 4' dopo, in occasione del raddoppio. Stavolta è un'azione manovrata ed è tutta merito di Lazzari, che taglia in progressione il mare avversario e scodella al centro dove è appostato il pirata Carparelli (in fuorigioco, protesta il Rimini): segnare è facilissimo. Acori cambia, ma il Grifone resiste.