È Rubini la saracinesca azzurra Il portiere: «Dimenticate Spezia»

CARRARA.Hugo Daniel Rubini è il nuovo portiere della Carrarese. L'estremo difensore argentino, classe 1969 nativo di Buenos Aires, si era unito al gruppo azzurro già da diversi giorni, fino a disputare tutto il primo tempo della partita col Pietrasanta Marina, poi ieri mattina l'incontro decisivo col patron Fontanili e la firma sul contratto di un anno. Rubini, proveniente dal Forte dei Marmi in serie D e con alle spalle sette stagioni con la maglia dello Spezia, si è dichiarato entusiasta di questa sua nuova avventura: «La Carrarese è una società importante con una storia alle spalle e credo che per un giocatore della mia età, venire a giocare qua, sia un incentivo non indifferente. La prossima sarà un'annata impegnativa e cercherò di dare il massimo, come ho sempre fatto in tutta la mia carriera. Parto con l'obiettivo personale di fare bene con la squadra, credo che sia la cosa principale. Non sono certamente venuto qua a "svernare", altrimenti mi sarei già ritirato. Se il mio passato da spezzino potrà creare qualche problema con i tifosi? Sinceramente mi auguro di no».
Concluso il ritiro di Tavarone, il resto della squadra ha continuato la preparazione al centro di Luni. Domani e dopodomani riposo per tutti, poi ripresa dei lavori in vista del derby in coppa Italia contro la Massese di domenica. Intanto mister Loris Beoni è tornato a parlare dell'ultima amichevole vinta dal Pietrasanta Marina: «Per noi quella era una tappa di avvicinamento ad una condizione migliore. La Carrarese attualmente deve ancora assimilare alcune situazioni di gioco ed il lavoro fatto fino ad oggi, per cui quello di sabato scorso è stato un test indicativo per capire meglio chi siamo e perfezionare il seguito della preparazione. Quella attuale è una rosa ancora da completare ed è chiaro che questa non sarà la squadra che andrà ad affrontare il prossimo campionato. Su questo non ci devono essere dubbi per nessuno. Fusco? Stamani ci ha raggiunti a Luni. Chiaramente ci porta la sua esperienza calcistica e se affronterà la cosa col giusto atteggiamento, sicuramente potrà essere un giocatore importante».
Mercato.Da registrare la partenza dal gruppo dell'esterno Vespignani. «Dobbiamo ancora valutare se sarà un'operazione da finalizzare o no - ha detto al riguardo Beoni. Diciamo che ad oggi è solo un'idea». Calano pure le quotazioni di Edu. Maggiori chance, invece, per Baronetto. Per la difesa interessa il terzino sinistro ex Massese Simone Lonzi. A centrocampo l'obiettivo numero uno si chiama Giuliano Gentilini, classe'70 dell'Inter, seguito da Emanuele Volpara e Fabio Concas della Lucchese. Ancora aperta pure la caccia al trequartista Silvestri.
Luca Santoni