Centro turistico nell'ex stazione a Tarnone

CARRARAR. Un punto di ristoro, un ufficio di informazione turistica, con annessa sala archivio, dove si potrà trovare una riccia documentzione sui bacini marmiferi, sulla storia delle cave, e si potrà assistere a proiezioni sulla ferrovia marmifera e su aventi che hanno caratterizzato il settore lapideo. E' questo il progetto di ristrutturazione a fini turistici dell'ex stazione di Tarnone. La giunta Zubbani ha appena approvato il progetto preliminare, dando continuità all'idea della precedente amministrazione comunale. Per l'opera (che fa parte dei lavori pubblici per il 2007) sono stati stanziati 497 mila euro.
L'assessore al turismo Andrea Zanetti, sta seguando l'iter del progetto. Appena pronto quello definitivo, verrà lanciato il bando per la gara europea, che prevede tempi un po' più lunghi delle gare nazionali.
«Comunque, dice Zanetti, la struttura sarà pronta a funzionare nel 2009. Sarà un punto di riferimento e di smistamento dei pullman turistici alle cave. La sede verrà data in gestione a terzi (anche qui con gara), e penso alla possibilità di organizzare visite guidate alle cave, con carovane di jeep».
L'ex stazione di Tarnone si trova in un'area di interesse sia storico che ambientale, «trattandosi - sottolinea la delibera di giunta n. 305 del 10 luglio scorso - di edificio costruito ai primi anni del secolo scorso, nata come stazione di scambio della Ferrovia marmifera e inserita nel cuore delle Apuane».
L'edificio che sarà sottoposto ai lavori, è composto da due corpi, di cui uno a due piani e uno su un piano unico. E' stato oggetto alcuni anni fa di un intervento nell'ambito del progetto "Sentieri del marmo".
La somma stanziata include: 352 mila euro per i lavori veri e propri, e il resto per indagini geologiche, allacciamenti alla rete elettrica e telefonica, e ad altri servizi pubblici. Verranno ridistribuiti gli spaziinterni per soddisgare le esigenze di ricezione turistica. Il progetto rientra anche nel programma triennale delle opere pubbliche 2007-2009, oltre che nell'elenco annuale. Un tassello del piano di riassetto dei bacini marmiferi, che prevede anche lo sviluppo dei flussi turistici alle cave.
Zanetti in settembre inizierà in modo strutturato un giro di concertazione fra le associazioni di categoria, per poi organizzare a febbraio 2008 una conferenza programmatica sul commercio.
C.C.