Trezeguet segna il gol numero 15 e saluta la Juve «Me ne vado, non sento fiducia nei miei confronti»

TORINO.Ha indicato con la mano il numero dei gol realizzati in campionato, quindici, e poi ha rivolto alla tribuna un eloquente gesto: vado a casa. David Trezeguet ha festeggiato così il gol con cui ha permesso alla Juventus di pareggiare il vantaggio iniziale dello Spezia. Dopo averlo fatto capire a gesti, l'ha ripetuto a parole: lascerà il club bianconero dopo sette stagioni. «Ho dato il massimo, ho fatto quanto la società mi aveva chiesto all'inizio dell'anno - ha affermato con amarezza Trezegol - ma la dirigenza è nuova e sento poca fiducia nei miei confronti e sento che ha fatto altre scelte». Da giorni si parla ormai di un accordo già raggiunto con Iaquinta, e lo stesso amministratore delegato bianconero Jean Claude Blanc ha confermato che «entro la fine della settimana potrebbe esserci qualche annuncio». «Io sono leale - è la reazione stizzita di Trezeguet a queste voci - e ho dimostrato sul campo quanto so fare. Mi porto dietro 140 gol, sono entrato nella storia».
Il suo futuro non è ancora definito: «Adesso vado in vacanza - ha fatto sapere - aspetto una chiamata della società, tocca a loro propormi una squadra. Peccato, perchè io volevo andare avanti - ha rincarato la dose l'attaccante - ma sono loro che non vogliono». Blanc prende atto delle dichiarazioni del giocatore, rispondendogli subito per le rime: «È stato lui a non voler firmare. Adesso è tornato il momento di guardarsi in faccia e parlarsi».
Figo, ancora nerazzurro.Giocherà ancora per un anno nell'Inter, il portoghese Luis Figo e poi avrà un incarico da dirigente nella società di Massimo Moratti. Il giocatore ha quindi sciolto la riserva e risposto all'appello dei tifosi.