La centrale puzza L'Enel deve pagare

SIENA.L'Enel è stata condannata dal Tribunale di Montepulciano a risarcire i danni derivanti da «immissioni intollerabili».
A beneficiare dell'indennizzo, circa 300mila euro comprensivi delle spese processuali, sarà una famiglia di Piancastagnaio, comune della provincia di Siena, che aveva promosso una causa contro il cattivo odore di uova marce dovuto all'acido solfidrico presente nell'atmosfera a causa delle centrali geotermiche presenti nel Comune di Piancastagnaio.
Secondo il pronunciamento del Tribunale di Montepulciano, anche quel cattivo odore assume la caratteristica di una immissione intollerabile: cioè di un fastidio o di un disagio tale da incidere sulla qualità della vita e per questo, dunque, risarcibile.