Sfilano anche le drag queen

FOLLONICA.Carnevale 2007: largo alle drag queen. Tanto per cominciare: cosa sono le drag queen? Sono uomini, in genere transessuali, che per spettacolo si esibiscono indossando abiti femminili. Gli abiti delle drag queen esagerano alcune caratteristiche femminili per ottenere effetti comici, drammatici o satirici. E quindi spazio alle parrucche patinate, agli strass, ai lustrini, al trucco "esagerato", alle calze a rete e ai tacchi a spillo vertiginosi.
Quest'anno il carnevale targato Golfo è insomma anche questo. Oltre ai cinque carri (Cassarello, Chiesa, Centro, 167, Zona nuova) che si contendano il titolo di "più bello" sfilerà fuori concorso un sesto carro: quello delle drag queen.
Il loro - e ci tengono a ricordarlo - è un carro riciclato. Si tratta, infatti, del vecchio carro del rione Capannino (rione che quest'anno ha deciso di non partecipare al carnevale). Tra i promotori dell'idea di mettere in pista un carro così "innovativo" c'è una drag d'eccezione: la follonichese Cocò Labelle, al secolo Simone.
«Innanzitutto - dice Cocò - vogliamo ringraziare Sergio Fiorenzani, presidente del rione Capannino, per averci offerto questa possibilità. E' soltanto grazie alla sua disponibilità che possiamo sfilare. E grazie anche al Comitato carnevale, al presidente Massimo Bucci e al vice Michele di Iorio, per aver creduto nel nostro progetto. E un grazie ai rioni per aver permesso la nostra partecipazione».
Quello che le drag offriranno al pubblico follonichese sarà uno spettacolo "non convenzionale".
E sono loro stesse ad ammetterlo.
«Sarà uno spettacolo divertente - dice Cocò - niente di peccaminoso o provocatorio, sia chiaro, ma sicuramente uno spettacolo diverso. Che spero piaccia al pubblico follonichese».
Ad affiancare Cocò Labelle ci sarà la sua "gemella" Anais (insieme formano "le gemelle Kalan - Kole", duo che va per la maggiore nelle discoteche italiane) e ci saranno una decina di drag provenienti da tutta Italia.
Ci saranno, inoltre rappresentanti del Mit (movimento identità transessuale) e della Crisalide. A fare da colona sonora alle esibizioni, soltanto musica trash degli anni'60,'70,'80: da Orietta Berti, a Pupo, Gigliola Cinquetti, ai Ricchi e Poveri.
Pensate che qualcuno possa storcere il naso vedendo sfilare il vostro carro? Cocò risponde: «Certo che qualcuno storcerà il naso. Ci aspettammo gli applausi come i fischi. Siamo per molti, ma non per tutti. E di questo ne abbiamo la consapevolezza. Speriamo, però, che dopo il primo impatto il muro di diffidenza si sgretoli. Almeno in buona parte. La nostra uscita vuole anche essere questo: vuole far conoscere ai follonichesi il nostro mondo. E come si dice: quando una cosa si conosce è poi più difficile che faccia paura e che la diffidenza prenda il sopravvento». Le drag sfileranno soltanto le prime domeniche: per la terza non hanno trovato "figuranti".
Federica Nucci