«Impossibile lui sia più sfortunato»

GROSSETO.E' un Massimiliano Allegri estremamente dispiaciuto, ma al tempo stesso realista e sereno, per come lo si possa essere in certe circostanze, quello che accoglie l'ufficialità del secondo esonero personale dalla panchina del Grosseto. Giusto un anno fa la stessa storia, lo stesso periodo.
«E' singolare è vero, ma purtroppo sappiamo che il calcio è questo - è il primo commento dell'ormai ex tecnico biancorosso - Dispiace anche molto per i rapporti umani extra campo che ormai a Grosseto avevo instaurato, con molte amicizie. Fortuna che queste resteranno nel tempo. I rapporti umani valgono assai di più». Del resto Allegri viveva questo momento da oltre una settimana e non è bastato un turno in più per salvare la situazione. «Speriamo che il problema di questo Grosseto si chiami proprio Allegri, così almeno dalla prossima partita il Grosseto riprenderà a vincere. Purtroppo sono stati fatti degli errori all'inizio della stagione e alla lunga a pagare è sempre l'allenatore. Ma resto dell'idea che questa squadra ha le possibilità di risalire la classifica. Spero solo che Cuccureddu possa essere più fortunato del sottoscritto. E' un buon allenatore, preparato. Può far bene. E poi è praticamente impossibile che sia più sfortunato di me».
Si rimprovera qualcosa? «Posso aver sbagliato alcune scelte, però sempre fatte con cognizione. Questa è una squadra rinnovata e non come qualcuno dice, la stessa dello scorso campionato. Rinforzata, forse, in alcuni reparti, ma certamente più debole in altri. Però voglio anche aggiungere che auguro al Grosseto ogni bene. Purtroppo, rivedendo la gara di Novara, aumenta il rammarico. Ancora una volta siamo stati condannati da episodi. Ma ripeto, questo è il calcio». Rimane nella mente il volto triste del tecnico livornese al rientro da Novara. A sua difesa ricordiamo che un bomber non s'inventa, così come un esterno sinistro. Gli infortuni a Cipolla che lo hanno privato spesso del miglior giocatore. Alcuni episodi sfavorevoli che in questo momento (anche se verranno compensati più avanti), hanno privato il Grosseto di qualche punto in più in classifica. Dannati episodi insomma. E poi chissà che nel futuro la sua strada non incroci ancora quella del Grifone.
P.F.