Premio letterario Monte Argentario per poesia e prosa

PORTO S.STEFANO.Il Comune di Monte Argentario ha indetto la 14ª edizione del premio letterario "Monte Argentario" per la poesia e la prosa, giunto da molti anni a notorietà nazionale. La sezione "Poesia" è riservata a giovani autori frequentanti le scuole pubbliche e private della repubblica italiana. Agli autori è data la facoltà di scelta del tema, purchè svolto in lingua italiana. La sezione si articola in tre categorie, corrispondenti all'ordine delle scuole italiane: elementari, medie di primo grado e medie di secondo grado. Le poesie, in numero non superiore a due per ciascun autore, non devono essere state premiate in altri concorsi, né essere state pubblicate. La sezione "Prosa" denominata Monte Argentario-Mare, è aperta a tutti e riguarderà un componimento su fatti o accadimenti riguardanti un'esperienza sul mare direttamente accaduta all'autore. Le opere, dovranno pervenire al Comune entro il 5 maggio 2006, scritte in stampato maiuscolo, non dovranno recare il nome o altro segnale che possa far individuare l'autore. Dovranno essere inviate in busta chiusa, con allegata altra busta chiusa, all'interno della quale dovrà essere scritto il nominativo dell'autore, il suo indirizzo, la scuola e la classe frequentata. Le poesie premiate o segnalate, faranno parte di una pubblicazione edita dal Comune. Gli autori primi classificati in ciacuna delle categorie otterranno in premio una permanenza di sei giorni a Monte Argentario in albergo da fruire nella seconda metà del mese di settembre; i secondi classificati una permanenza di quattro giorni, i terzi classificati una permanenza di due giorni. A tutti una targa ricordo e un libro. Per gli autori frequentanti le elementari e le scuole medie inferiori il soggiorno è esteso ad un accompagnatore.
All'edizione dell'anno 2005 - la tredicesima per la precisione - i partecipanti furono 624 di cui 294 alunni delle scuole elementari, 204 delle medie inferiori 48 delle medie superiori e 70 opere in prosa provenienti dalle località più disparate: S. Vincenzo (Livorno), Grosseto, Portograro, Piacenza, Nepi, Roma, San Bellino (Rovigo), Castelfranco Veneto, Selva di Progno (Varese), Mandello del Lario, Pianella (Pescara), Troia (Foggia), Vignola (Modena), Salerno, Spoleto, Ravenna, Latina, Acquarica del Capo (Lecce), Foggia, Bari, S. Giacomo di Spoleto, Venarotta (Ascoli Piceno), per citare le provenienze dei soli vincitori e segnalati, ma i lavori sono pervenuti veramente dalle Alpi alla Sicilia.