Sara Tani non è scesa giù dal podio

EMPOLI.Ancora Sara Tani. La portacolori della Toscana Atletica Empoli è salita, per il terzo anno consecutivo, sul podio del campionato italiano delle prove multiple. Nell'epathlon è giunta 3ª nella categoria Promesse e 8ª nella nella classifica assoluta. Se lo scorso anno fu secondo posto con 4.779 punti, quest'anno è arrivato il terzo con 4.737 punti.
Risultato eccellente, tenuto conto della qualità delle avversarie e delle condizioni fisiche dell'atleta: non al meglio, come riferisce Fabrizio Rovini, allenatore della ragazza. Nella prima giornata, grazie alle prove dei 100 hs (15"23) e dell'alto (1,66 e 6º posto), la Tani ha ottenuto do dei buoni punteggi ed in linea ai personali. Poi le altre due gare del programma, peso (11,07) e 200M (27"42), facevano chiudere con un punteggio non idoneo. Nella seconda giornata è arrivata ancora una buona prestazione nel lungo (5,32) e negli 800M (2'29"45) ma la gara del giavellotto (30,95), per colpa di vecchi infortuni ad una spalla, non gli ha permesso di attaccare il secondo posto. Comunque dalle gare Forlì è arrivata, per la Toscana Atletica Empoli-Lancia Scotti, un nuovo risultato di prestigio che consolida ai vertici italiani un'altra atleta di qualità della quale sentiremo ancora parlare molto. Dagli altri iscritti notizie meno buone: Franco Casiean si è dovuto fermare dopo la prima gara dei 100M per non pregiudicare il recupero dagli infortuni che lo perseguitano ormai da un anno; Jaya Campinoti, Beatrice Cacialli e Dounia Ladovali per vari problemi fisici non sono nemmeno partite.
Ragazzi.Intanto al campo scuola di Livorno si sono svolte le gare della categoria Ragazzi valide per l'assegnazione dei titoli regionali individuali e per i titoli societari della marcia. Proprio dalla marcia - 2 Km - grazie alle prove di Ylenia Cirri, 4ª in 12'15"30, e di Anna Rutili, 5ª in 12'16"50, è arrivato, per la Toscana Atletica Empoli-Lancia Scotti, il 2º posto (da segnalare che Ylenia Cirri ed Anna Rutili hanno anche migliorato in modo consistente il personale: se consideriamo solo i nati nel '93 sarebbero arrivate 1ª e 2ª). Nelle gare individuali la migliore prestazione è arrivata da Chiara Carmignani, con il sesto posto nel lungo e la misura di 4,18, e da Lorenzo Peruzzi, nei 60M con il settimo posto finale ed il tempo di 8"5. Questi gli altri risultati: 60M Chiara Carmignani 8"9, Martina Masini 10"4;, Lungo Francesca Arrighi 3,91 Giulia Dignani 3,53, 1000M Giulia Dignani 3'46"50.