D'Arrigo rafforza la difesa con l'esperienza di Mantelli


MASSA.La Massese non ci ha pensato troppo su e dopo avere accennato alla possibilità di tornare a buttare lo sguardo sul mercato lo ha fatto davvero. Da ieri - giorno del suo compleanno - ad allenarsi con il tecnico Francesco D'Arrigo c'è anche Alberto Mantelli, classe 1971, difensore centrale che nella scorsa stagione ha giocato in serie C2 con l'Ivrea ma che ha un curriculum di grande spessore avendo militato per tanti anni in serie B con il Cesena e la Salernitana e in C1 con Pistoiese, Reggiana, Sora, Modena, Crevalcore, Potenza e Trento. Mantelli può vantare anche il fatto di essere cresciuto tra le file di un club di prim'ordine come il Parma.
Il suo esordio in serie B risale al 20 settembre 1998 nella partita Ravenna-Cesena finita con il risultato di due a uno. Ieri il giocatore si è allenato con la Massese e ha sostenuto una serie di test atletici anche perché se l'operazione dovesse andare in porto - e a quanto pare non ci dovrebbero essere problemi - il difensore potrebbe già essere utilizzato mercoledì prossimo nella gara di Coppa Italia a Castelnuovo Garfagnana.
«Pensiamo che sia un giocatore che possa dare un valido contributo alla nostra squadra - ha spiegato il direttore sportivo Paolo Giovannini - è un giocatore di grande esperienza che ha alle spalle una carriera importante e che potrebbe venire a Massa per ridare un nuovo slancio alla sua attività. Noi crediamo che proprio in difesa ci fosse più bisogno di rinforzi, vista la difficoltà e la lunghezza di questo campionato».
Una necessità che arriva anche dalla conferma dello stiramento, seppur lieve, di Luca Fiasconi che a quanto pare non dovrebbe rientrare in campo fino a dopo la giornata di sosta del campionato prevista per domenica 30 ottobre. Alla sua assenza forzata va unita anche quella di Luca Vivaldi, operato in questi giorni, che resterà fuori per un po', e anche alla assenza di Davide Vagnati.
«Davvero adesso la coperta rischiava di diventare troppo corta - ha aggiunto Paolo Giovannini - poteva bastare una squalifica o un altro anche piccolo infortunio a crearci grossi problemi. Credo che nei prossimi giorni già prima della fine della settimana potremo chiudere con Mantelli».
Anche il mister Francesco D'Arrigo che ha già avuto modo di vedere in campo il difensore come avversario, pensa che possa essere un elemento utile per la sua squadra. Intanto la compagine bianconera continua ad allenarsi in vista del delicato match casalingo con il Perugia che ieri pomeriggio, nella partita di recupero, ha pareggiato con il risultato di zero a zero con la Torres. Assenti diversi elementi e soprattutto il Condor Vitaliano Bonuccelli fuori per squalifica, al suo posto a questo punto pare aprirsi la porta per Riccardo Musetti, giocatore fino a questo momento poco utilizzato ma che potrebbe essere molto utile in questo incontro. Oggi la squadra che si allenerà a Filettole non sosterrà la consueta partitella amichevole ma solo una partitella in famiglia. Anche in questo caso l'allenatore bianconero naturalmente potrà provare la formazione da schierare domenica contro il Perugia.
Continuità e ritmo: è questo ciò che chiede Francesco D'Arrigo alla squadra in vista dell'insidioso impegno casalingo contro la squadra umbra. Il tecnico bianconero, che nonostante la sconfitta contro la Torres ha visto un netto miglioramento della sua formazione nelle ultime partite, vuole terminare nel migliore dei modi la prima fase della stagione prima della sosta del 30 di ottobre. La partita con il Perugia sarà una specie di decisivo banco di prova per la squadra bianconera, che dovrà dimostrare di essere in grado non solo di ritrovare la giusta strada dopo la terza sconfitta esterna consecutiva ma soprattutto di interpretare un ruolo da protagonista nel campionato.

Rossana Lazzini