Area in uso gratuito per il canile sociale

GROSSETO.Il consiglio comunale ha deciso all'unanimità di concedere in diritto di superficie, per trent'anni, all'associazione "Canile Sociale San Martino" l'area di proprietà comunale ricevuta in donazione dalle sorelle Pallini, dove attualmente si trova il canile sociale, che fu realizzato nel maggio del 1978 per volontà dell'amministrazione comunale e di un gruppo di cittadini proprietari di cani.
«La concessione a titolo gratuito dell'appezzamento di terreno donato dalla sorelle Pallini e su cui già si trova il canile - spiega l'assessore al Patrimonio Luigi Colomba - è subordinata all'adeguamento, a totale carico dell'associazione che lo gestisce, del canile sociale; così da realizzare una struttura in conformità con i requisiti igienici richiesti. Non solo: al Comune di Grosseto spetteranno 12 box da utilizzare per il ricovero di cani randagi».
Il contratto di concessione è subordinato anche alla stipula da parte dell'associazione "Canile Sociale San Martino" di un'assicurazione a garanzia di tutti i volontari che vi prestano servizio (contro gli infortuni e le malattie connesse allo svolgimento dell'attività) di una polizza assicurativa per la responsabilità civile verso i terzi.