Il pm crede nella svolta

FIRENZE.«La vera novità è Ulisse. E' la cosa veramente nuova emersa dagli incontri in carcere fra Vanni e Nesi. Stiamo verificando questo nuovo filone». Ad effermarlo è il pubblico ministero Paolo Canessa, che da vent'anni coordina le indagini sull'inchiesta infinita e sui possibili mandanti degli omicidi. Come mai Vanni ne ha parlato solo la scorsa estate? «Perché aveva paura».